venerdì 4 dicembre 2015

Ma noi lo chiamavamo " il Gesù Bambino"

 Questo post partecipa al Calendario dell'Avvento 
di Sciarada - Anima Mundi



Lo avevo scritto a scuola nella letterina di Natale. Ma anche su un secondo foglio destinato a casa mia, dato che nutrivo dei dubbi su chi portava effettivamente i doni.
Quell'anno, invece del solito sacchetto di "portogalli" (arance), speravo di ricevere un mazzo di carte da gioco!




Al pomeriggio della  vigilia arrivò in bicicletta dal paese lo zio Edilio. Depositò sul ripiano della cucina un panettone avvolto nella carta e, in silenzio, osservò, con un accennato sorriso, l'emozione della mia nonna Seta, sua sorella, e mia. Io piluccai qualche uvetta, ma il prezioso dolciume, l'unico delle nostre feste, era destinato alla tavola del pranzo di Natale.
Lui se ne andò verso le quattro, prima che facesse buio ed iniziasse una copiosa nevicata.


A tarda sera, dopo la cena, al momento di andare a dormire, uscii di soppiatto nel corridoio. Lì c'era, ancora intatto, il sacco di farina di granoturco che il Pino mugnaio aveva portato qualche ora prima. In cima, il tanto agognato mazzo di carte!
Nevicava e faceva un gran freddo, che il calore della stufa accesa non riusciva a mitigare. Mi rintanai nel mio letto e sognai una interminabile partita di briscola...

Quel regalo veniva denominato "strenna". Ma noi, immedesimandolo con Colui che ne era artefice, lo chiamavamo "il Gesù Bambino".

(fotografie ©Giada Ottone)




dedicato ad Alessandro



  La prossima finestra del Calendario si aprirà sul blog  Acquadifuoco

69 commenti:

Costantino ha detto...

Dedicato ad Alessandro, un bambino di sette anni che il Buon Dio ha voluto accanto a se, in Paradiso, ed ai suoi cari.

Un saluto speciale a Sciarada, sensibilissima amica di blog, che ha fortemente voluto questa dedica.

"...e come tutte le più belle cose,vivesti solo un giorno come le rose..."
( Fabrizio de Andrè)

Papo ha detto...

un nuovo giorno con Ale... Per Ale... di Ale... Ciao mio immenso campione❤️
Grazie Costantino

Papo ha detto...

Grazie Costantino da parte del nostro Ale❤️

Mimma ha detto...

Alessandro che dorme nella carrozzina con le guanciotte rosee, le ciglia lunghe e le labbra bellissime!
Alessandro che cerca il "puppo" nascondendosicon la manina da chi potrebbe pensare che sia ormai "troppo grande"!
Alessandro che canta col microfono le canzoni dello zecchino d'oro fingendo di leggere il testo!
Alessandro che va in spiaggia con gli occhiali da sole, seduto su un passeggino carico di canotto, salvagente, secchiello, paletta, rastrello...!
Alessandro che gioca in braccio a Carlo a fare le acrobazie!
Alessandro sulle spalle del suo papà!
Alessandro che va a Ssn Pietro per farr il quotidiano giro sulle giostre e mangiare la crêpe!
Alessandro che gioca con me a tris e si diverte a vincere!
IMMAGINI PREZIOSE E INDELEBILI DI UN CUCCIOLO MERAVIGLIOSO!
Ciao Ale!

Papo ha detto...

Per Ale...
Azzurro come te come il cielo e il mare giallo come la luce del sole rosso come le cose che mi fai provare.. Quando la cantavi tu era ancora più bella amore mio grande ❤️ Ti amo Ciccio mio

Papo ha detto...

Non fermarti mai Mimma... I vostri ricordi sono la nostra linfa vitale..❤️

Graziana ha detto...

Bellissimo e suggestivo racconto Costantino, grazie. Fortunati coloro che hanno gustato la gioia delle cose semplici.

Ciao piccolo Angelo; il pensiero per te non può mancare. E' con te che camminiamo e , tu, stella lucente, veglia sul nostro cammino. In particolare su quello del tuo Papà, Mamma e Sorellina.

Buon domenica di Avvento, Costantino, a te e a tutti i visitatori di questa pagina.

Folletto del Vento ha detto...

Bello!
Quando anche un piccolo oggetto era identificato in un sogno realizzato.
Spero che la tua briscola sia ancora in gioco ...

Ciao Alessandro

johakim ha detto...

Il profumo dei fiori e la neve del Natale accompagna il cammino di questa storia dedicata ad Ale.
Vorrei nevicasse, non sui ricordi ma vorrei vedere i fiocchi di neve scendere e danzare in controluce.
Vorrei piangere ed emozionarmi sapendo che in ciascun fiocco potresti esserci tu. Sono certa però che tu sei ovunque. Nel candore della neve, nei petali delle rose e nei giorni di dicembre: quelli che ti stanno cullando dolcemente.
Ti voglio bene

Mimma ha detto...

Buongiorno a quel bambino sdentato che mi diceva di "chiudere il becco"!!!

Anonimo ha detto...

Il primo pensiero di questa domenica va a te, piccolo angelo sceso sulla terra...ti cercherò in tutte le emozioni belle e anche in quelle brutte cercandone un senso...
Il secondo pensiero va alla tua stupenda e unica mamma, al tuo incredibile papà e a Claudietta che è sempre stata sorridente come te! Spero la tua manina,la tua piccola e bellissima manina li guidi nella ricerca della serenità e nel colmare con la tua fortissima presenza spirituale il vuoto fisico....Ale anche oggi sei con noi! Nadia F.

Gianna Ferri ha detto...

Grazie del tuo ricordo, Costantino.

Un immenso abbraccio ai cari dell' Angioletto.

Andrea Rollo ha detto...

Ciao piccolo Ale..il mio Gesù bambino sei tu!!❤❤

Andrea Rollo ha detto...

Ciao piccolo Ale..il mio Gesù bambino sei tu!!❤❤

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Sei una grande persona e una abbraccio ai genitori del piccolo Ale.
Saluti a presto.

Luciano Cosma ha detto...

..ti guardavamo tutti ammirati piccolo dolce angelo quando a turno con la sorellina..tra un gioco e l altro..correvi a baciare la tua mamma..quasi a volerla coccolare..le sorridevi teneramente..poi correvi veloce dai cugini che ti aspettavano per fare le acrobazie..a volte mettevi la manina sul seno della tua mamma..piccolo cucciolo sempre desideroso di quel calore di cui la tua famiglia meravigliosa ti avvolgeva...Maria

Sciarada ha detto...

Costantino grazie, senza il vostro preziosissimo appoggio io non avrei potuto fare nulla e invece con voi l'Italia da est ad ovest, da sud a nord valicando anche i confini sta abbracciando Alessandro con tanto affetto.

I doni di oggi non reggono il paragone con quelli di un tempo, si, quelli erano portati da Gesù Bambino; bellissimo ricordo, buon Avvento.

Luciano Cosma ha detto...

..ti vedevo passare per andare al mare..con la tua mamma la sorellina e la zia antonietta..stracarichi di roba colorata..salvagenti...canottini. ..tu eri l ometto della situazione...avanzavi felice avanti a tutti quasi a gestire la passeggiata....

Papo ha detto...

I doni per noi sono i vostri meravigliosi pensieri per un meraviglioso bambino il nostro che ormai è anche un po vostro. Ti amo Ciccio mio❤️

Katia Fusco ha detto...

...Che fossi un bambino speciale non lo scopriamo ora, lo abbiamo compreso tutte le volte che abbiamo trascorso dei momenti insieme che, sebbene siano stati brevi, sono rimasti impressi nella nostra mente . Non un capriccio, mai una prepotenza... Solo sorrisi e tanta dolcezza perché tu sei stato e sarai sempre un bambino speciale . Mario e Katia ❤️

Lina-solopoesie ha detto...

Davvero bello il tuo racconto Costantino . Sono sicura che il piccolo Alessandro viva sereno in mezzo a tanti angeli . Così ha voluto il nostro Signore e così sia ... Buona domenica . Lina

johakim ha detto...

Appena posso scrivo di te. Appena posso leggo della tua vita. Appena posso cerco di stare vicino a voi tre cercando con quel che posso (poco a dire il vero) di togliere qualche grammo di dolore.
La nebbia che circonda la mia finestra però non separa il mio pensiero da voi né da quello di Ale (Super Ale per sempre ....per me).

Ambra ha detto...

Che bello, Costantino, il tuo racconto di Natale. Ha il sapore di un tempo, di parole non più usate, ma mai dimenticate.
Così come non dimenticheremo mai il piccolo Ale.

Anonimo ha detto...

L'importanza di un dono non scaturisce dal suo valore materiale ma dall' emozione che riesce a suscitare........ L' intensità del tuo sguardo meraviglioso é solo uno dei tuoi tantissimi doni che conservo gelosamente nel mio cuore.....Grazie Ale !Zia Laura❤️

Anonimo ha detto...

Bellissimo il tuo racconto Costantino.

Anonimo ha detto...

Dalla finestra della camera dell'ospedale vedevamo stormi di uccelli che facevano splendide danze nel cielo. Ti avevo raccontato che a quegli uccelli era giunta la voce che in quella stanza ci fosse un bambino speciale e quindi loro danzassero ogni giorno, nel cielo, davanti a te, per salutarti. Ero stata così brava a raccontarti quella storia che ci abbiamo creduto entrambi e, ogni pomeriggio, aspettavamo il loro saluto. Loro, sempre più numerosi, non mancavano un appuntamento.

Stefyp. ha detto...

Ciao Costantino...che bello questo tuo racconto nato dalla semplicità di altri tempi...quando ancora era intatto il sapore e il valore delle piccole cose.... Buon Avvento a te, e buona domenica Stefania

johakim ha detto...

Era bellissimo vederti parlare a bassa voce con il tuo viso sul suo per raccontargli le cose. Rassicurante, dolce.
Lui era tranquillo. E sorrideva col cuore.

Elettra ha detto...

Il tuo ricordo è più bello di un racconto di fantasia, buon Avvento a te!!!
Ciao piccolo Ale!!!

Sari ha detto...

Un dolcissimo ricordo che ancora regala emozioni.
Buon Avvento.

Anonimo ha detto...

Ale lo conoscevo poco ma certo ricordo il suo sorriso sdentato e le sue bellissime guanciotte morbidose. Tutti i giorni il mio pensiero è per Claudia, Monica e Marco....li penso tanto. Anche io, assieme a voi che scrivete, aspetterò il Natale cercando di conoscere meglio quel piccolo angelo attraverso i racconti delle persone che lo hanno conosciuto, vissuto, amato.
Cecilia

Anonimo ha detto...

Ale lo conoscevo poco ma certo ricordo il suo sorriso sdentato e le sue bellissime guanciotte morbidose. Tutti i giorni il mio pensiero è per Claudia, Monica e Marco....li penso tanto. Anche io, assieme a voi che scrivete, aspetterò il Natale cercando di conoscere meglio quel piccolo angelo attraverso i racconti delle persone che lo hanno conosciuto, vissuto, amato.
Cecilia

Anonimo ha detto...

Ale lo conoscevo poco ma certo ricordo il suo sorriso sdentato e le sue bellissime guanciotte morbidose. Tutti i giorni il mio pensiero è per Claudia, Monica e Marco....li penso tanto. Anche io, assieme a voi che scrivete, aspetterò il Natale cercando di conoscere meglio quel piccolo angelo attraverso i racconti delle persone che lo hanno conosciuto, vissuto, amato.
Cecilia

Pia ha detto...

Splendido il tuo racconto che ci dona la semplicità di una festa natalizia d'altri tempi, con un bimbo che forse ricorda il piccolo Alessandro.
Grazie Costantino...semplicemente...
Buon Avvento.

Negus Reale ha detto...

L'attesa assapora con la fantasia e tutto è più desiderabile, bel racconto.

Gli stormi di uccelli riconoscono un bambino speciale, ciao Alessandro

Mimma ha detto...

Era il 4 ottobre, il giorno del tuo compleanno! Eravamo in ospedale! Tu reduce da un intervento chirurgico dormivi. Io ti guardavo...eri bello come quando ti avevo visto per la prima volta nella carrozzina con le guanciotte rosee, le ciglia lunghe e le labbra bellissime! Ma la situazione era diversa! Ti guardavo ed ero angosciata, non capivo perché ci mettessi così tanto a svegliarti...poi dolcemente hai aperto gli occhi. Hai visto zia Laura e improvvisamente. ..un sorriso bellissimo ha illuminato il tuo viso e ha dileguato la mia angoscia. Vorrei che il ricordo di quel sorriso potesse oggi dileguare un poco anche la sofferrnza di mamma e papà.!!!

Nella Crosiglia ha detto...

Che storia delicata che ti porta a tanti Natali fa dove tutto sembrava veramente magico e si gioiva per un niente..
Ora non sento neppure la festa in arrivo, ma forse incide molto la mia lacerazione..ma ttto mi sembra meccanico e impostato..
Una gran bella nostalgia Costantino caro..
Bacio!

Mimma ha detto...

Era il 4 ottobre, il giorno del tuo compleanno! Eravamo in ospedale! Tu, reduce da un intervento chirurgico, dormivi. Io ti guardavo...eri bellissimo...stessa immagine di quando ti avevo visto per la prima volta. ..stesse guanciotte, stesse ciglia lunghe, stesse labbra bellissime! Ma la situazione era completamente diversa. ..Ti guardavo angosciata chiedendomi perché ci mettessi tanto a risvegliarti. Poi, dolcemente, hai aperto gli occhi e hai visto la zia Laura. Improvvisamente un sorriso ha illuminato il tuo viso e ha alleviato la mia angoscia. Vorrei che oggi il ricordo di quel tuo dolcissimo sorriso riuscisse ad alleviare un poco la sofferenza di mamma e papà!!!

Giancarlo Rizzi ha detto...

Ricordo quel giorno in cui Ale disse di sentirsi una persona inutile per via di quel "mostro" che col passare dei giorni gli impediva anche di fare le cose più semplici che ognuno di noi fa nella sua quotidianità, mi si strinse il cuore divenne così piccolo da non sentire più il suo battito, Ale mi manchi tantissimo ."Se ti senti inutile, io non posso fare a meno di te"

Costantino ha detto...

grazie a voi che siete passate/i di qui, buona settimana e buon Avvento !

Chicchina Acquadifuoco ha detto...

I racconti dei nostri ricordi d'infanzia sono delle belle favole,vere,ed hanno il sapore del tempo andato.Erano altri Natali,meno luccicanti,ma non meno importanti. Grazie.Costantino,per aver condiviso questi ricordi,come anch'io condivido il tuo pensiero per il piccolo Alessandro.

Chicchina Acquadifuoco ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
RobbyRoby ha detto...

ciao
sempre bello leggere i tuoi racconti. Buona settimana.

johakim ha detto...

💜

Kasioles ha detto...

Hoy Alexandre tiene que estar emocionado al leer la bonita entrada que le has dedicado.
Con los mejores deseos.
Kasioles

S. Oró ha detto...

Gracias por enseñarnos estos lugares tan preciosos. Un abrazo.

Fabipasticcio ha detto...

Dopo una latitanza dal web e dal mio blog, che si è allungata più di quanto pensassi, tornare a trovarti e trovare questo delizioso Calendario dell'Avvento e leggere questo racconto suggestivo in un giorno come oggi davvero mi ha scaldato l'anima.
Grazie Costantino e buona Immacolata.

Marina Fligueira ha detto...

¡Ay Constantino!!!

Hay que ver cuantos recuerdos retenidos en el ático de la memoria eh. Y es que nunca se olvida lo sucedido en nuestra niñez.

Es una bonita entrada dedicatoria, mas estará contento el tal Alexandre.
Ha sido un inmenso placer.
Te dejo mi gratitud y mi estima.
Un beso y se muy muy feliz.

Marina Fligueira ha detto...

¡Ay Constantino!!!

Hay que ver cuantos recuerdos retenidos en el ático de la memoria eh. Y es que nunca se olvida lo sucedido en nuestra niñez.

Es una bonita entrada dedicatoria, mas estará contento el tal Alexandre.
Ha sido un inmenso placer.
Te dejo mi gratitud y mi estima.
Un beso y se muy muy feliz.

Francesca ha detto...

Ciao Costantino sono mancata da un po' nel blog e vedo tanti blog che dedicano post a questo piccolo Angelo volato in cielo...un'anima pura che farà del bene ...Sono molto triste ...ma la sua mamma é sciarada? Non conosco i veri nomi. Un preghiera per questa mamma perché possa proseguire questo duro cammino di vita!

Costantino ha detto...

Ciao Francesca, Sciarada ha dedicato quest'anno il calendario dell'Avvento da lei ideato, ad un bambino, Alessandro, deceduto di recente. Non conosco ovviamente questo bambino, che credo sia figlio di persone amiche, o comunque conoscenti, di Sciarada ( non so se siano suoi parenti oppure no ).

Pietro and Cynthia ha detto...

Un racconto bellissimo.
Buona domenica!

Franziska ha detto...

Gracias por el trabajo realizado poniendo a nuestra disposición la sincera y bien construida información. Lo he leído con gran interés.

Aprovecho la ocasión que me brinda esta visita para desearte un año 2o16 lleno de todas aquellas cosas que tú valores más en tu vida porque es, en resumen, lo que nos hace más felices. Con mis mejores deseos. Un abrazo fraterno. Franziska

Titti ha detto...

E' un ricordo bellissimo, dolce e nostalgico... grazie!

Elio ha detto...

Ciao Costantino, io ho scelto il 24 giorno del mio compleanno. Complimenti per il post e tanti cari auguri di buon Natale e felice anno nuovo.

Francesca ha detto...

Auguri di Buon Natale a te e Giada. ..ti aspetto sempre a Catania.
Un abbraccio

Titti ha detto...

Tantissimi auguri di Buon Natale...

Paola ha detto...

I ricordi che portiamo nel cuore non si dimenticano mai caro Costantino... un abbraccio ai genitori di Alessandro...
E visto che siamo vicinissimi al Natale auguro a te e famiglia una serena giornata di pace!!!

UIFPW08 ha detto...

Buon Natale Costantino
Maurizio

Pietro and Cynthia ha detto...

I migliori auguri di Buon Natale!

alessandra placucci ha detto...

Buon Natale, Costantino!!!

Sciarada ha detto...

Buon Natale a te Costantino e a Giada, un grande abbraccio a voi !

Bruna ha detto...

Che bello questo racconto. Sai raccontare benissimo i tuoi ricordi. Grazie per essere passato a salutarmi. Con un telematico abbraccio auguro a te e alla tua famiglia
BUON NATALE E FELICE ANNO NUOVO Bruna. ciaooooooo

Costantino ha detto...

Auguri di Buon Natale a tutte/i Voi!

Annamaria ha detto...

Ancora Buon Natale, Costantino!!!!

carmen ha detto...

Ciao Costantino, tanti auguri...S.Stefano sta già passando ma... Buone Feste!!

Saray ha detto...

Racconto vivo...sembra di esserci dentro! Complimenti. Ricambio di cuore gli auguri di Buon Natale anche a te! ^_^

Bruna ha detto...

Costantino caro, ora che la festa di Natale è passata, auguriamoci che l'anno in corso se ne vada in tranquillità e che il nuovo ci porti pace, serenità e possibilità di lavoro per tutte le persone di buona volontà. Ti mando un telematico abbraccio e se vuoi passare dal mio modesto salotto, sarò contenta di riceverti. Bruna. ciaooo

Anna Bernasconi ha detto...

Mi hanno sempre affascinato i racconti di babbo e zie, riguardo a dettagli del loro vivere il Natale da giovani. E leggere questo tuo racconto mi fa rendere conto che ogni famiglia ha il proprio personalissimo modo di vivere certe feste, rendendole ancora più speciali. Adesso non mi viene in mente nulla di particolare ma immagino che tra qualche anno, quando racconterò a chissà chi delle feste passate, realizzerò certe speciali dinamiche anche nel mio vissuto!

Che meraviglia le fotografie di Giada!