giovedì 22 febbraio 2018

Lo "strascee" e la "strasciata"

Esco dalla Stazione e mi avvio veloce alla ricerca di un tabaccaio, dal quale comprare qualche cartolina del paese. Al centro di un piccolo spazio verde troneggia il "Monumento allo Strazer", realizzato nel 1989 dallo scultore Tito Neri.
Sono a Gambettola in provincia di Forlì/Cesena.




La mia memoria torna indietro di tanti anni, ben più di cinquanta, e raggiunge il mio piccolo paese della provincia di Novara.....

Arrivava su di un gigantesco carucion nero e lei pure era vestita di nero. Governava con le redini il cavallo che trainava il mezzo. Urlava a squarciagola per richiamare l'attenzione delle donne. Comperava stracci, quelli così rotti e consumati da non poter essere più in uso. Li pesava con grande precisione e pagava il dovuto.
Dopo qualche ora ripartiva, col suo cavallo, le briglie, il carro, gli stracci. A casa, il marito lavava le pezze e le divideva per colore, tessuto, dimensione. Sarebbero state vendute, tutte insieme, all'ingrosso.


L'ultima volta che venne  salutò tutti con commozione, senza dire perché. Nessuno se ne accorse, ma portò via, insieme con gli stracci, un'epoca fatta di sacrifici, progresso, grandi speranze. La stagione, m'accorgo lontana, della mia gioventù.

Molti anni dopo, qualcuno, tornando dal mercato, riferì di aver visto il manifesto con il suo nome e l'età:  di anni ottantasette, e l'annotazione una persona perbene.
Finiva lì l'era della ricostruzione, soppiantata da quella dell'agiatezza e, forse, dello spreco.



42 commenti:

Tomaso ha detto...

Caro Costantino, pochi i tuoi post, ma noto sono sempre molto interessanti, complimenti caro amico.
Ciao e buon pomeriggio con un forte abbraccio e un sorriso:-)
Tomaso

carmen ha detto...

Ciao Costantino, quanti cambiamenti da quel periodo...si conservava e riutilizzava tutto o quasi, adesso di stracci abbiamo le discariche piene!
Un caro saluto
Carmen

Audrey L'atelier du Fantastique ha detto...

che bella statua e anche quanti ricordi
buona serata Costantino

red ha detto...

Che bella umanità... consola il cuore. Leggere i tuoi racconti di viaggio è sempre un grande piacere e anche questo fa bene al cuore. Grazie Costantino, buona serata.

Antonella S. ha detto...

Come siamo cambiati, com'è cambiata quest'Italia! Spesso mi chiedo se tutto questo progresso sia stato un bene, abbiamo perso il senso di tante cose, la misura della vita, scarseggiano le " persone per bene".
Ciao, a presto.
Antonella

Arianna ha detto...

Uno scorcio e una storia interessanti...ciao, Arianna

Mirtillo14 ha detto...

Un personaggio di altri tempi, c'era anche al mio paese ma io non l'ho conosciuto. Lo so dal racconto dei miei nonni e genitori. Ormai è cambiato tutto, lo strascee fa parte di quel mondo passato che non tornerà. Buona giornata.

Kasioles ha detto...

Los recuerdos siempre quedan en el corazón, las ciudades se modernizan con el tiempo, constantemente estamos en un contínuo cambio.
Me he llevado alegría al volver a verte por mi espacio, agradezco tus letras.
Cariños.
kasioles

Glicine61 - Giovanna Faro ha detto...

Storie d'altri tempi, ma sempre di grande valore umano.
Buona settimana!

AMALIA ha detto...

Muy interesante historia y siempre es bonito recordar,

Muchas gracias.
Un abrazo

Sara ha detto...

Una storia bellissima, di un tempo in cui le cose avevano un valore non solo un prezzo.

maría del rosario Alessandrini ha detto...

Bella historia que llega a nosotros amigo.
Abrazo

Elio ha detto...

Oggi ormai ci sono i raccoglitori di abiti vecchi che penso siano poi riciclati e non distribuiti ai bisognosi. Gli straccivendoli, cinquantanni fa c'erano anche nel Veneto. Ciao Costantino, buon fine settimana.

Pietro Brosio ha detto...

Intensi ricordi di un tempo passato.
Buona giornata!

alessandra ha detto...

Gambettola! A due passi da Cesena!Se lo avessi saputo ti avrei offerto con piacere un caffè!

Costantino ha detto...

Grazie, un saluto a tutte/i Voi.
Alessandra, sarebbe stato per me un piacere ed un grande onore !

Bruna ha detto...

Caro Costantino, quanta poesia e tenerezza nei tuo post. Ho conosciuto cose simili anch'io da bambina. Condivido il tuo ragionamento. Ti mando un amichevole abbraccio e complimenti per il tuo blog. Bruna. Ciaooooo e buon sabato

Anna Bernasconi Art ha detto...

Ora invece capire dove mettere gli stracci perchè vengano riciclati è un'impresa... uno dei casi in cui "era meglio quando si stava peggio"?
Ciao Costantino!

RobbyRoby ha detto...

Ciao
storia bella e interessante

Marina Fligueira ha detto...

Hola, Constantino!!!

A medida que van pasando los años, nos vamos dando cuenta de como cambia la vida, cambiamos nosotros porque vamos caminando a la par. No debemos encerrarnos en nuestro tiempo, sino ir a par del tiempo.

Viajando nos vamos encontrando con monumentos y objetos que nos traen esos recuerdos haciéndonos memoria de lo que fuimos y de lo que somos, nos hacemos mayores y toca vivir de ello.

Me ha gustado tu post, las fotos y las letras que explican y acompañan.

Te dejo mi inmensa gratitud y estima.
Un abrazo y se muy, muy feliz.

Costantino ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Costantino ha detto...

Grazie, buona settimana !

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Sono sempre belli da leggere i tuoi racconti.
Buon inizio di settimana.

Stefyp. ha detto...

Che bella storia. Sempre bello passare di qua, un tuffo nel passato che fa star bene.
Ciao, Stefania

Glicine61 - Giovanna Faro ha detto...

Un caro saluto, lieta Domenica e buon inizio settimana!

Bruna ha detto...

ciaooo Costantino. Un saluto aspettando la Primavera... Bruna

Costantino ha detto...

Grazie per il Vostro passaggio, buona settimana !

Titti ha detto...

E' un racconto bellissimo... mi piace leggere i tuoi ricordi, grazie.

Saray ha detto...

Che bel racconto! Ci porta indietro negli anni. Io non ricordo gli straccivendoli, ma ricordo bene gli arrotini che venivano casa per casa a chiedere se qualcuno aveva coltelli da affilare oppure ombrelli da riparare. Altri tempi. Buona serata ^_^

Glicine61 - Giovanna Faro ha detto...

Un caro saluto e buon fine settimana!

Mirtillo14 ha detto...

Buona domenica.

Bruna ha detto...

Costantino caro. Grazie per la gradita visita. Ti mando un telematico abbraccio con auguri di Buona Pasqua, anche alla tua famiglia. Bruna... ciaooooo

Elio ha detto...

Torno per augurarti buone feste pasquali. Un amichevole abbraccio.

Stefyp. ha detto...

Tanti auguri di Buona Pasqua. Un caro saluto, Stefania

Titti ha detto...

Sono passata per farti auguri di Buona Pasqua!

Glicine61 - Giovanna Faro ha detto...

Buona Pasqua a te e famiglia!
Un caro saluto

Sciarada ha detto...

Mi viene in mente che dai tuoi racconti di vita potrebbero essere tratte infinite sceneggiature per film meravigliosi.
Buona Pasqua a te, a Giada e all'intera famiglia, vi abbraccio!

Costantino ha detto...

Grazie a tutte/i Voi, un grande augurio di Buona Pasqua !!!

Chicchina Acquadifuoco ha detto...

Racconti belli e veri:pezzi della vita che tutti in altri anni abbiamo vissuto.Si viveva usando tutto il poco che c'era,condividendo e quando le cose sembravano ormai inutilizzabili,servivano ancora,invece.Raccoglitori di ferro,alluminio,stracci,in ogni paese,con linguaggio diverso,e intanto cresceva l'Italia..
Buona Pasqua,Costantino,per voi tutti.

Bruna ha detto...

Felice Pasqua, a te e famiglia , caro Costantino, dall'amica Bruna. ciaoooooo

Nyce Pinto. ha detto...

Olá Constantino... Passo para desejar uma Feliz Páscoa a você e família! Abraços...

ANNA ha detto...

Gracias en el blog hay un traductor por si te puede servir para seguir leiendo.
Gracias por tu paso significa mucho ya que un personage que me hace la vida imposible diciendo que le copio poemas y muchos seguidores se han ido
Besos