martedì 3 aprile 2012

La partita di calcio e la maestà dei platani

Quando i miei zii si trasferirono nell'appartamento nuovo, fui tra i primi ad essere invitato.
Una domenica mattina arrivai con la mia bicicletta.Salii,per la prima volta in vita mia, in ascensore e, a mezzogiorno in punto, suonai il campanello.
Lei aveva preparato la pastasciutta ed il dolce. Lui era tornato apposta alle undici per cucinare lo stufato. Il vino era quello, un po' aspro, di mio padre. Rifiutai soltanto la frutta, perchè non volevo far vedere a nessuno, neppure a loro che mi volevano bene, di non essere capace, di campagna com'ero, a sbucciarla con forchetta e coltello.
Alle due e mezza, la sorpresa: il loro balcone si affacciava proprio sullo stadio di calcio. Fu così che, da quella postazione, seguii, per diversi anni, le partite. Con qualunque tempo, in ogni stagione, vidi sfide emozionanti, bel gioco, reti spettacolari, attacchi e difese, fra applausi e contestazioni.

Tra il balcone e lo stadio si frapponevano tre maestosi alberi di platano. Da aprile, lo spuntare vigoroso del fogliame  mi toglieva la visuale di una parte del campo di gioco.
Anzichè indispettirmi, lo consideravo il giusto scotto per me che non pagavo, nè potevo, il biglietto. Imparai così ad interpretare quello spicchio nascosto di partita dalle grida della gente e dai fischi dell'arbitro.

Con più fascino ed un pizzico di mistero.

E' tanto che lo stadio è stato spostato in periferia, e la mia squadra non la seguo più.
Però "quelle"  piante, imperterrite, sono ancora lì.

114 commenti:

chaillrun ha detto...

stupendo scorcio di un pranzo a casa degli zii..perché il pranzo a casa degli zii è sempre speciale (così diverso almeno per me)
:)

Nora* ha detto...

Meno male che gli alberi sono ancora lì! Curiosità: ora la sai sbucciare la frutta con coltello e forchetta? ;)

Tomaso ha detto...

Come mi piacevano i grandi platani che erano vicino al paese dove sono nato, erano maestosi altissimi ora non so se esintano più.
Buona giornata caro Costantino.
Tomaso

Sciarada ha detto...

Ciao Costantino, tu hai veramente un rapporto spirituale con gli alberi; la campagna è stata un' ottima maestra che ti ha insegnato il modo in cui si parla e si comunica con la natura!
Buona giornata!

Mirta - Luce nel cuore ha detto...

Gesù è morto per noi ed il giorno di Pasqua è risorto per dare speranza, amore e pace. Questo è l'augurio che vorrei dare a tutti! ricordiamo le sofferenze di Gesù e viviamo tutti uniti, per dare speranza a chi ne ha bisogno, amore, serenità e tanta pace. Auguri di Buona settimana santa e una santa Pasqua!

Luigi ha detto...

che tenerezza questi ricordi Costantino!!!
Buona settimana santa

Cristina Insinga ha detto...

Sembrava di essere seduta a tavola!
Un bel racconto davvero. :)

SARA ha detto...

Ciao Costantino bello questo racconto, certamente ti rimarra sempre nella memoria.Ti auguro una serena Pasqua.nonna di Sara gianna.

Antonella ha detto...

Che fascini i ricordi!
Sono la cosa più bella in assoluto... continuo a farti i miei complimenti Costantino, mi realizzi a entrare in un’atmosfera particolare, e riuscire a medesi marmi nel tuo racconto. Complimenti.
Con stima Antonella.

Krilù ha detto...

Come sai ben evocare i tuoi ricordi, Costantino. Sembra di viverli in prima persona.
E questa immagine poi è bellissima.

Lilybets ha detto...

...probabilmente sono piu' sportive di te e non vogliono perdersi la prima fila!
:-)

Zio Scriba ha detto...

Mi hai ricordato un bel film spagnolo (mi pare fosse I lunedì al sole) in cui degli amici disoccupati guardano le partite del Depotivo la Coruna potendo vedere soltanto un piccolo spicchio di campo, e nessuna delle due porte!
Tenero il particolare sulla frutta: avresti dovuto essere tu a insegnare ai parenti cittadini che la frutta si mangia con le mani! :-))))
Ciao!

Valentina ha detto...

Bellissimo ricordo..sono d'accordo con Chaillrun, il pranzo dagli zii è qualcosa di speciale, di affetti e famiglia..me li hai fatti ricordare.
Ciao, buona giornata

Alessandra ha detto...

Meno male che i maestosi platani ci sono ancora!E W gli zii! Anch'io sono uno una zia ed in effetti, i nipoti non rifiutano mai quando li invito a pranzo! Buona Pasqua, Costantino!

S. Oró ha detto...

Costantino hace tiempo que no tenía pots tuyos, me alegro que hayas vuelto. Buena semana Santa. Saludos.

Adriano Maini ha detto...

Non certo per grandi squadre, ma quante cose mi hai fatto tornare in mente! Saperle raccontare bene come te é tutt'altra faccenda!

gattonero ha detto...

Intorno agli stadi ormai c'è troppa monnezza, più che in periferia finiranno nel dimenticatoio.
In gioventù ho avuto la fortuna di ammirare querce secolari (mentre imparavo ad andare in bicicletta, contro una sono riuscito ad andarci a sbattere; credo di averle fatto il solletico), ogni tanto guardavo i loro tronchi, per me enormi, e i rami sporgenti e il fogliame fitto, pensando alle cose che avevano visto, e che peccato fosse il non poterle raccontare.
Zio ha ragione, potevi far loro vedere quanto è più gustosa la frutta mangiata "alla vigliacca", spiegare che il metallo fa male, e che un morso soddisfa chi lo dà e il frutto che lo riceve, poiché movimento naturale.
Ciao.

Costantino ha detto...

Grazie per i Vostri commenti.
La verità è che la frutta ero io che la volevo sbucciare con la forchetta ed il coltello,ma non ci riuscivo allora,e non ci riesco neppure adesso, nè a dire il vero ci provo.
Le piante sono rimaste tali e quali,non sono più cresciute da quando lo stadio non è più li.
Che fossero,come bene dice Lilybets, piante "tifose"?

erborista1 ha detto...

Ciao Costantino,fortuna per quelle piante che sono ancora là.Buona giornata

Andrea ha detto...

bella istantanea: nitida, semplice, poetica. Sembrava quasi di sentire il rumore delle stoviglie in cucina. E' bello leggerti la sera nell'intimità di casa...tutto un altro effetto ;) un caro saluto.

Valeria ha detto...

Per fortuna gli alberi maestosi son ancora lì,loro non deludono mai...il calcio non è più quello di un tempo,ora è una delusione...Buona Pasqua

Carolina ha detto...

Ciao Costantino,
bei ricordi che condividiamo con noi.
Sono così cari, speciales, che ci fanno rivivere la antigua felicità. Un gran abbraccio y Felice Pasqua!

Erika ha detto...

Sì, è vero, sei molto bravo a decrivere le tue sensazioni, le tue emozioni e a descrivere ciò che i tuoi occhi hanno visto. Grazie Costantino. Serena Pasqua.
Erika

Leovi ha detto...

Sí, conozco esa experiencia, viví en una casa cuya ventana daba a un estadio, solo me ocultaba una esquina, pero podía ver perfectamente las dos porterías. Saludos.

Rosa ha detto...

ciao costantino, i tuoi racconti sono sempre molto emozionanti, ci fanno ricordare i tempi passati, bellissima l'immagine del platano che si erge verso il cielo, complimenti, ciao a presto rosa buona pasqua a te e famiglia.))

PiliMªPILAR ha detto...

Me encanta leer Italiano. Más, oirlo hablar.
Saludos bloggeros

✿ Elena ✿ ha detto...

che bello che seguivi le partite dal balcone! e mi piace anche la filosofia con cui "affrontavi" gli alberi di platano!
Baci Baci

AntoC ha detto...

Che belle immagini ci regali sempre. Pensare a te che cerchi di sbirciare la partita attraverso i rami dell'albero è una scena fantastica.
Buona Pasqua, Anto

chicchina ha detto...

Pennellate di vita, di bei ricordi,di situazioni diverse vissute con semplicità e passione.Il contatto con la natura,con gli alberi in particolare ci rende partecipi di grandi misteri,di sensazioni bellissime.
Ciao Costantino e grazie per questi tuoi momenti di condivisione.

Arianna ha detto...

Un bello spaccato di vita...e poi ti sei anche goduto le partite! Ciao, Arianna

achab ha detto...

Bellissimo post,una storia di vita vissuta,grazie per aver condiviso,auguri di una serena Pasqua,ciao Costantino.

rosy ha detto...

Mi hai fatto sorridere per la frutta..mi son ricordata di una cosa che ogni volta che la penso rido.

stavamo in ristorante, mia madre tentò di tagliare la mela con forchetta e coltello e la mela schizzò sul pavimento.

la storia dello stadio, con i suoi platani mi è piaciuta.

Buona Pasqua a te e famiglia.

Costantino ha detto...

Grazie per i vostri bellissimi commenti.Ho fatto oggi un intervento chirurgico di "ripasso"
all'occhio già operato,ma,appena mi sarà possibile passerò da tutti voi.
Buona serata,Costantino.

CLACLA ha detto...

Costantino, che dire.... grazie, grazie per i tuoi racconti, per il tuo modo di condividere i tuoi ricordi.... Buona Pasqua!!!!

ladynight ha detto...

la prospettiva dell'immagine rimanda alla figura del bimbo e del suo sguardo rivolto verso la maestosità dell'esistenza...il futuro...i sogni...la luce dello scatto avvolge il tutto in un senso che balza perfettamente al "ricordo" piacevole e delicato.

buona notte Costantino.

Grazia ha detto...

Belli e emozionanti i tuoi ricordi e bello, sopratutto, il modo con cui li condividi con noi. Tanti cari auguri di Buona Pasqua a te e alle persone che ami

O meu pensamento viaja ha detto...

Belo texto.
Adorei.
Já sou sua seguidora . Venha me seguir também.
Beijo de Portugal
Nina

O meu pensamento viaja ha detto...

Caro Constantino, venho desejar um dia feliz e agradecer o teu comentário.
Beijo
Nina

Nicolanondoc ha detto...

..ed è un bene che quelle piante siano resistite. Un racconto tenero.
Buona Pasqua caro Costantino.

Marshall ha detto...

Il tuo racconto sembra l'inizio di un bel libro di storie dal sapore di tempi passati. Mi hai ricordato che anch'io per un periodo di tempo ho avuto la "fissa" di mangiare la frutta con l'aiuto delle posate...che errore, è così gustosa mangiata con le mani!!

Marshall ha detto...

Il tuo racconto mi ricorda l'inizio di un bel libro dal sapore dei tempi passati. Pensa che anch'io per un certo periodo ho avuto la "fissa" della frutta mangiata con le posate....che errore, è molto più gustosa mangiarla con le mani!

Marshall ha detto...

Il tuo racconto sembra l'inizio di un bel libro di storie dal sapore di tempi passati. Mi hai ricordato che anch'io per un periodo di tempo ho avuto la "fissa" di mangiare la frutta con l'aiuto delle posate...che errore, è così gustosa mangiata con le mani!!

Evanir ha detto...

Que tudo de bom possa te acontecer!
Que você lute...Que você vença...
Que você conquiste...
Que você realize...
Que você ame...
Que sua vida seja Um eterno sorriso.
Um Feliz Final De Semana.
Uma Páscoa Abençoada Em Cristo Jesus.
Ter vc comigo é maravilhoso!
Obrigada pelo carinho e sua amizade.
Que Deus te proteja hoje e sempre.
Não se esqueça que ...
Estou seguindo -te e te amando .
Tem Um Presente De Pascoa Para Você Na PostaGem.
O Blog Do Brasil Hoje é MEu Site
Que esta na Postagem.
**Fonte De Amor**

Gabry ha detto...

Il tuo scrivere i ricordi è talmente vivo che mi vedevo li seduta accano a te sul balcone di casa degli zii a guardare la partita...

Un abbraccio Costantino e Buona Pasqua!

riri ha detto...

Ciao Costantino, buona Pasqua.Con questo tenero racconto mi è venuto in mente la casa di un amico di fronte al san Paolo (stadio di Napoli), dove rubavamo anche noi, da ragazzi, le partite:-)Un caro saluto,
per fortuna che gli alberi restano.

Carmine Volpe ha detto...

gia vaere la fortuna di vedere le partite dal balcone è tanto, i platani era il giusto biglietto da pagare, si biodgna guardare nomn solo che cose che cambiano ma le persistenze cioè le cose che rimangono e segnano il tempo :-)

^_^ M@ddy ^_^ ha detto...

Ciao Costantino!
Perdòna la fretta...rientro oggi dalla mia settimana alterna di "astinenza dal blog" , e dal momento che so già che fino alla fine delle festività pasquali non potrò presenziare nei blog amici ma troverò solo (e risicato!) il tempo di rispondere a chi commenterà i miei post, ti lascio gli auguri più belli x una Santa Pasqua gioiosa, con tutto il mio cuore!

Un abbraccio, buon festeggiamento !

M@ddy

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Tanti auguri di buona Pasqua a te e alla tua famiglia.
Saluti a presto.

silvia16 ha detto...

che bello questo aneddoto,sei stato molto bravo a riuscire a condividerlo cosi bene con noi,grazie !!!
e buona Pasqua !

TuristadiMestiere ha detto...

è un ricordo commovente e un po' struggente. Ti vedo a "intuire" la partita dalle urla dei tifosi paganti. Un altro tassello della tua delicatissima persona...tanti cari auguri Costantino!

Fantasie di fata ♥ country e shabby chic ♥ ha detto...

Cieo Costantino grazie per gli auguri, ricambio con affetto anche a te :)
baci
Elly

Lufantasygioie ha detto...

Ti faccio tanti auguri di buona Pasqua,a te e famiglia
Lu

erborista1 ha detto...

Ciao Costantino,non so se domani riuscirò ad avere un po' di tempo per il computer quindi gli auguri di Pasqua te li faccio così...clicca qui

Jane ha detto...

...e meno male che sia ancore lì Costantino ! Che bel racconto! Tanti auguri di Buona pasqua.

Tiziano ha detto...

maestoso il platano peccato che ce ne siano sempre meno,
ti auguro
una serena Pasqua.

Giancarlo ha detto...

Al paese dove abitavo i platani costeggiavano la via principale, ancora oggi ci sono quasi tutti, e sono maestosi!!Felice Pasqua a Te e famiglia....ciao

Felinità ha detto...

Adoro questi tuoi racconti di ricordi, hanno una dolcezza perduta, sembrano virati in "seppia". Questo è uno dei più belli con quei platini leopardiani ch nascondendo stimolano l'immaginazione. Auguri di Pasqua ma sopratutto per il tuo occhio.

Costantino ha detto...

Un saluto a tutti Voi,un augurio di Buona Pasqua.
P.S.la mia salute va meglio,decisamente meglio,grazie a tutti.

Carla, i colori...pensieri della mia mente. ha detto...

Questa foto è un capolavoro. La proporrei per una mostra...a parte la foto trovo lo scritto carico di sensibilità. ciaoo Costantino ed ancora tanti AUGURIIII. CIAOOO

Rita Baccaro ha detto...

Quei platani erano un po' gelosi e volevano parte della tua attenzione. Alla fine ci sono riusciti, li ricordi ancora con affetto.
Auguro a te, caro Costantino, ed alla tua famiglia una serena Pasqua, il Risorto vi doni la Sua gioia e la Sua infinita pace

enri ha detto...

Sono sempre commoventi i tuoi racconti. Felice che tu stia meglio. Auguri di una serena Pasqua
enrico

lartedinadia ha detto...

Contraccambio con affetto i graditissimi auguri di Buona Pasqua.
Ciaoooooooooooooooo
Nadia

Paola ha detto...

Spero che restino ancora a lungo! Ancora ci hai regalato un bel racconto.
Ti auguro una buona Pasqua e che tu possa trascorrere bei momenti coi tuoi cari. Cari saluti

Gianna ha detto...

Serena e Santa Pasqua, Costantino..

La lanterna dei sogni ha detto...

Che bei ricordi...
Tanti Auguri di una Serena Pasqua!

Cinzia ha detto...

I platani sono davvero alberi maestosi e particolari, con la loro colorazione macuata...

Tanti auguri di buona Pasqua
Cinzia

Sciarada ha detto...

Ciao Costantino, non sapevo che avevi subito un intervento all'occhio, ti faccio i miei migliori auguri per questo e per una Pasqua serena e gioiosa!

Maraptica ha detto...

Gli alberi sono sacri e ci regalano ombra e riparo da pioggia e sole, fanno da cornice ai nostri ricordi. Un saluto costantino, buona Pasqua!

il monticiano ha detto...

Una bella fortuna avere una partita sotto i propri occhi "minuto per minuto" e a gratise.
Un caro saluto e tanti auguroni anche a te,
aldo.

Gabry ha detto...

Molto bello il tuo racconto pieno di ricordi.
Ti ringrazio e ti faccio tantissimi auguroni per una felice e serena Pasqua anche alla tua famiglia
Gabry

magda ha detto...

Many thanks Costantino for your wishes and so kind words!
Thank you for your interestings memories!!!
I wish you a Happy Easter!
Many greetings

IsA ha detto...

un augurio per una serena Pasqua
ciao

Rita B. ha detto...

Buona Pasqua Costantino,un abbraccio e baci mantovani! Augurissimi a te e famiglia!

CRISTINA BERARDI ha detto...

Ciao Costantino, passavo per farti gli auguri e ho letto questo bel post...I Platani sono piante forti e resistenti ...mi sono tornati alla mente quelli visti a Parigi, maestosi....
Auguri di Buona Pasqua! e grazie :=)

lui ha detto...

ciao...bellissimo ricordo .... ciao..SERENA PASQUA..luigina

Carolina ha detto...

Felice Pasqua!

Francesca ha detto...

Ciao Costantino ti auguro una serena Pasqua....

bilibina ha detto...

Tanti carissimi auguri, serena giornata di Pasqua a te e ai tuoi cari!!
Carmen

Gabriella ha detto...

Un racconto bellissimo, sembra di viverlo in prima persona mentre si legge.

Buona Pasqua.

Elettra ha detto...

Carissima amica tantissimi auguri di buona Pasqua per te e famiglia!!

Elettra ha detto...

Carissimo amico, per te e famiglia una serena e felice Pasqua!!

Carmen ha detto...

I tuoi ricordi spesso hanno qualcosa in comune con i miei...ed a volte è magico lasciarsi trasportare dalla nostalgia...
Buona Pasqua e auguri per una pronta e completa guarigione!

Magia da Inês ha detto...

°º♫♫
Páscoa é renascer.
Feliz recomeçar!
Feliz Páscoa!

。°º..(
。°º.(,)
。°º|::::|.☆¸.¤ª“˜¨
。°º|::::|)/¸.¤ª“˜¨˜“¨
。°º|::¸.¤ª“˜¨¨˜“¨
。˛º°%¤ª“˜¨¨
°°º❊#ª“˜¨

Costantino ha detto...

Buona Pasqua a tutte le amiche e gli amici che sono passati di qui,
con la speranza di un tempo mite
che rallegri questa festa.

giordan ha detto...

sono le grandi cose piene di affetto che lasciano il segno nei cuori

Buona Pasqua
giordan

Giada ha detto...

Mi sono presa uno spazietto nella colonna a destra per mettere il badge della mia pagina FB... grazie!!

Aclim ha detto...

FELIZ PÁSCOA

Italia ... ho amato la calma nella regione Lombardia.

abbraccio

Costantino ha detto...

La pagina Facebook di Giada è bellissima.
Tutti siete invitati a visualizzarla e a metterVi tra i suoi amici/sostenitori!

Sara ha detto...

Mi piacciono questi tuoi ricordi, un po'perché assomigliano al modo in cui io approccio le cose.
Buona Pasqua. Sara

Valentina ha detto...

ma che bel post, mi è scesa una lacrimuccia pasquale... auguroni a te!

RobbyRoby ha detto...

ciao
ma che belli e dolci questi ricordi.
Meno male che gli alberi ci sono ancora. Buona Pasquetta.

Ambra ha detto...

La Natura è più forte e durevole dell'uomo e delle sue creazioni.
Buona Pasquetta!

La casa nei platani ha detto...

caro costantino, io non amo affatto il calcio, ma la tua descrizione sembra una pagina di romanzo... meravigliosa... rosalba

Katya ha detto...

Auguri carissimo Costantino! Leggerti in ogni tua emozione vissuta è sempre stupendo e bellissimo. Felice Pasqua e pasquetta insieme ai tuoi cari. Buona guarigione!

Graal77 ha detto...

Ricambio... gli auguri caro....e leggerti mi emozioni sempre....comlimenti di cuore....!

Elio ha detto...

Io, invece, per vedere il Venezia Calcio, mi facevo l'abbonamento a metà prezzo perché lavoravo in una delle aziende che sponsorizzavano la squadra.
E' bello che gli alberi siano ancora al loro posto perché nelle città oggi si cerca di prendere uttti gli spazi disponibili per costruire.
Per la frutta con forchetta e coltello, nessun problema per me perché non la mangio e questo sin da piccolo. So che sembra un'idiozia, ma è così. Ciao ed a presto.

riri ha detto...

Un saluto da una Torino autunnale.

Gina ha detto...

Ciao Costantino,grazie per gli uguri che contraccambio di cuore,spero che per te sia stata una Pasqua Serena.
Gina

Marina Fligueira ha detto...

¡Ciao Costantino!!!

Perdona il mio ritardo in passando attraverso la vostra casa, ero viaggi e ora restituito già, che comincio a vedere il mio blog amici.Le mie congratulazioni su questa voce di raccontare alcune storie sulla tua vita con il calcio: a casa in vostra zia - prendendo quella pasta e dolci e un vinito. Ummm! Quel ricco.

Mi piace che la foto dell'albero senza foglie già.
Grazie per la condivisione di alcune delle vostre esperienze con tutti noi.Mi lascia mia gratitudine ed il mio bacio a apprezzamento e di essere molto felice.
ESP...
***************
¡Hola Costantino!!!

Perdona mi tardanza en pasar por tu casa, estuve de viaje y ahora devuelta ya, comienzo a visitar mis blogs amigos.

Mi felicitación por esta entrada que cuenta algunas anécdotas de tu vida con el fútbol:
en casa de tu tía -tomando esa pasta y dulce, y un vinito. Ummm!!! Que rico.
Me encanta esa foto del árbol sin follaje ya.

Gracias por compartir algunas de tus vivencias con todos nosotros.
Te dejo mi gratitud y mi estima Un besito y se muy feliz.

Ninfa ha detto...

Che pacchia per un ragazzino poter vedere così da vicino, e gratis per di più, le partite di calcio! Mi ha fatto tenerezza il particolare dell'ascensore e quello del rifiuto della frutta. Ho trovato poi speciale "la scena" in cui immaginavi ed interpretavi ciò che succedeva nella parte del campo nascosta. Mi hai fatto pensare a quando capitavo, nei cinema forse più affollati di adesso, dietro ad una persona alta...più o meno era la stessa cosa. Ciao, Costantino!
P.s. Bellissima anche la foto.

Lina-solopoesie ha detto...

Cara Costantino .
Molto bello il tuo racconto ed è bello come lo descrivi . E come leggere un bel libro . Sei una persona semplice e questo fa di te una bella persona.
CIAO E BUONA GIORNATA LINA

Tiziana ha detto...

Gli oggetti, i paesaggi spesso nascondono tante storie...è bello riportarle alla luce, scoprirle. Grazie per questo ricordo!!! Tiziana

Pupottina ha detto...

ciao Costantino
eccomi tornata seriamente dalle vacanze ...distraggono sempre un po' i periodi di pausa. è difficile tornare alla routine, ma lentamente ce la posso fare... certo che se le vancanze fossero state caratterizzate dal sole e non dalla pioggia e dal freddo forse adesso mi sentirei più allegra
buona giornata

nonno enio ha detto...

i platani, bellissime piante su tronchi robusti e nodosi, delle vere e proprie sculture naturali.Io in una pagina del mio sito web ne ho fotografate 60, una più bella dell'altra scoperte mentro facevo la ciclabile lungo il fiume.

Mª Carmen ha detto...

Bonita manera de recordar las anécdotas de la vida.Me ha gustado.Abrazos.

Mirta - Luce nel cuore ha detto...

Caro Costantino, una racconto pieno di emozioni, campagna e natura...

Cara amica ti auguro un fine settimana meraviglioso! ♥♥

Vivi pienamente la tua vita ogni singolo giorno. Fai esperienze, gioisci, sogna!
Abbi cura di te e dei tuoi amici. Divertiti, fai il pazzo, non aver paura di essere considerato strano. Esci, viaggia, impara! Vai dove desideri e godi ogni singolo istante, ogni singolo passo. Cogli l’opportunità di imparare dai tuoi errori, non essere così cocciuto da credere che non li farai. Immagina la vita come tu la vuoi e costruiscila un mattoncino al giorno, te la meriti!
Non cercare di essere sempre perfetto, perchè ti do una buona notizia, nessuno lo è. Sii semplicemente un buon esempio per chi ti sta intorno.
Ama le cose che fai e sii felice.

Stephen Littleword, La tecnologia dell’ovvio

Mari da solcare ha detto...

Che bel post! Grazie della fresca spontaneità della tua scrittura.

red ha detto...

Ogni volta che passo da te è un piccolo prezioso viaggio...nei tuoi luoghi, nei tuoi ricordi o nei tuoi pensieri. Stimolante e riposante, proprio come un bel viaggio. Grazie, un caro saluto

Costantino ha detto...

Un saluto a tutti ed un ringraziamento per aver apprezzato questo "piccolo viaggio nei miei luoghi e nei miei ricordi".
Ed è giusto che ci fossero quei maestosi alberi di platano,che si
somno dimodstrati,com'era giusto,i più longevi.

Fabipasticcio ha detto...

grazie Costantino per passare sempre a trovarmi e grazie per raccontare con soavità mista a malinconia, con gentilezza e con poche parole ricordi e suggestioni. Gli alberi custodiscono la longevità dei nostri ricordi in un certo senso

Sandra M. ha detto...

I platani...son come vecchi ed eleganti signori. Sono alberi stupendi ed ho anch'io memorie a loro legate.
Questo tuo affresco spazio-temporale mi piace molto.

riri ha detto...

Ciao:-)

Roscio ha detto...

Ho vissuto personalmente le stesse sensazioni, incredibile, un tuffo nel passato. Ciao

Costantino ha detto...

Elio,ho controllato ed il tuo commento ,del 10 aprile, c'è.
Ricordo anch'io.almeno dalla TV.lo stadio Sant'Elena,il glorioso stadio di quando il Venezia era in serie A,e ricordo le epiche sfide con la Juventus.
Buon weekend,a presto.