sabato 9 aprile 2011

La collina del Castellazzo

Nel '64 giunse il momento di traslocare nella casa nuova di Cureggio. Partimmo con le masserizie caricate sul carro trainato dalle due mucche; dietro mio padre con il cane al guinzaglio. "Se porti via anche il cane, non torni più", gli disse l'Angiolino, ed era vero.


Da allora tutte le mattine vedo, dalle finestre di casa mia il Castellazzo, una collina morenica come tante altre, ma ricca di storia.
Ci sono le rovine del Castrum, distrutto secondo l'Azario da Galeazzo I Visconti.


La chiesa nella giungla #2
acquerello e matite su carta cm 12x18
di Giada Ottone

C'è la chiesetta di Santa Maria, anch'essa in rovina, che risale probabilmente al XII secolo (l'affresco raffigurante la Beata Panexia è scomparso improvvisamente nel 1982, non per un portento ma per probabile mano umana).

Vi sono animali di ogni genere: uccelli, caprioli, serpi e milorde, forse anche volpi e cinghiali.
Piante selvatiche (come i grattaculi, cioè rose canine) e inselvatichite (le Paulonie), colchici, primule, anemoni, ranuncoli, pervinche, garofanini, violette e sigilli di Salomone.


Spettacolari le fioriture delle robinie e dei ciliegi selvatici, che ingentiliscono la primavera, mentre d'inverno
la neve dipinge di bianco tutta la collina.


Chiesa di S. Maria del Castellazzo

Le vigne attorno alla chiesa di S. Maria


Pozzo-cisterna medievale

      
      Bibliografia
  • A.A.V.V. Cureggio, un importante esempio di continuità storica nel Novarese dalle origini al XVI secolo.   Novara, Interlinea, 1998
  • A.A.V.V. Storia religiosa di Cureggio nei secoli ed aspetti di religiosità cureggese nel secondo Novecento. Ediz. Stampa Diocesana Novarese, 2007
  • Giada Ottone, Medioevo a Cureggio: il Battistero ed altre vestigia. Tesi di laurea, Università del Piemonte Orientale, Vercelli. Anno Accademico 2005/2006

(fotografie e disegni di Giada)

64 commenti:

Stella ha detto...

Bellissime foto Costantino, e ci credo che siete rimasti qui...

Tomaso ha detto...

Incantevoli questi acquerelli caro Costantino.
Buona domenica amico.
Tomaso

s. oró ha detto...

La acuarela me gusta, tiene mucha luz y una composición muy armónica. Ciao.

Carla, i colori...pensieri della mia mente. ha detto...

vedo un bellissimo e spontaneo acquerello...Brava Giada.
Interessante questo post Costantino...ciaoooo

Rita B. ha detto...

Ciao Costantino! Mi piace l'inizio di questo post con l'accenno al trasloco,poche parole ma con il riferimento al cane e ad Angiolino mi sembra l'inizio di un libro e viene spontaneo esclamare:"E poi ,dai vai avanti!"
Le foto accompagnano il racconto e il dipinto di Giada abbelisce l'insieme!Che bella descrizione del posto in cui vivi! Baci bozzolesi!

riri ha detto...

Un disegno lieve, con colori tenui che rendono l'idea di ciò che rappresentano per l'autrice.
Posti molto carini, foto con un alone di romanticismo.Complimenti sinceri.
E' proprio vero, quando si porta con sè il cane, non si torna indietro.
Buona domenica ed un saluto da Torino:-)

Grazia ha detto...

Quante cose da scoprire, qunate ancora da visitare ! E con quanto amore ne parli! Questa chiesetta in rovina invasa dale piante e dai fiori è un esempio della bellezza che abbiamo intorno e che dobbiamo solo riscoprire.
A presto

Alessandra ha detto...

Non so se siano le foto di Giada, molto belle,ma mi pare un luogo un po' magico, bisognerebbe scriverci una favola!

Costantino ha detto...

Le foto sono di Giada e Simone.

N2O ha detto...

ha un nonsochè di magico... :D
p.s.
bell'acquerello!!!

Zio Scriba ha detto...

Che posti splendidi... mi sa che prima o poi dovrò venire a trovarvi... :D

Adriano Maini ha detto...

Una natura incantevole. E quante degne memorie storiche, che spero almeno non subiscano ulteriore degrado!

♥♥♥ Maddy ♥♥♥ ha detto...

Condivido l'opinione di Stella...non rimanere qui sarebbe stato un sacrilegio...

Un abbraccio a te e alla sempre dolcissima e straordinarimente brava Giada!

Maddy

Costantino ha detto...

Stella,Tomaso,S Orò grazie per i vostri commenti
e per l'apprezzamento per il dipinto di Giada.
Carla,grazie per aver apprezzato anche questa volta il lavoro di Giada.
Rita, è vero, c'è addirittura materiale per un libro,un po storico un po autobiografico.
Riri,condivido il tuo intervento,fra romanticismo e nostalgia del passato.

Costantino ha detto...

Grazia,commento perfetto:riscoprire le bellezze naturali che abbiamo intorno a noi.
Alessandra, certo, c'è anche un pizzico di mistero e magia ;il"Buco del Lupo",dove si nascondeva non si sa chi e non si sa da che cosa;
una lunghissima galleria sotterranea che portava a qualche miglia di distanza,galleria di cui si favoleggia ma che non è stata mai scoperta.

Costantino ha detto...

N2O ,un po'di selvaggia magia!
Zio Scriba,sarai il benvenuto!
Adriano, sicuro, tanto degrado,in una zona dove le possibilità non mancano.
Maddy,io ho sempre vissuto a contatto con campi e colline,non saprei concepire qualcosa di diverso.

Kaishe ha detto...

Che bel blog... che bel post!
Grazie di avermi fatto scoprire questo blog da leggere con il cuore e da godere con gli occhi.
Buona settimana.

il monticiano ha detto...

Il tuo entusiasmo nel descrivere quei luoghi ci coinvolge in pieno, come pure il lavoro di Giada e Simone.
Penso, ed a ragione, che vivere da quelle parti deve avere qualcosa di magico.

Elettra ha detto...

veramente bello l'aquerello di Giada e molti complimenti per le foto della chiesa con le viti attorno, grazie Costantino per avercele mostrate.

Ambra ha detto...

Foto che rappresentano un posto incantevole, una chiesetta piena di poesia. E che bello anche l'acquerello di Giada!

Krilù ha detto...

Romantica, nostalgica, con un profondo legame per le mie radici contadine, non potevo che emozionarmi per questo bellissimo post, così magicamente illustrato dallle foto invernali e dall'acquerello di Giada.

Nicolanondoc ha detto...

Un posto molto bello e degno di essere visitato. L'acquerello è delizioso:-) Un saluto e buon
inizio settimana.

Sandra ha detto...

Che meraviglia! L'acquarello rappresenta un sogno.Le foto...che dire...sono foto?...sembrano dipinti!

Lina-solopoesie ha detto...

COSTANTINO .
prima di spegnere il computer .
Mi sono fatta un bel giretto nei tuoi post .
Con la speranza di sognare di visitare uno di questi bellissimi posti . Con la fantasia tutto è possibile ...
BUONA NOTTE LINA

Costantino ha detto...

Kaishe,bellissime le tue parole!
Monticiano,è vero,questi sono i luoghi del mio
quotidiano.
Elettra,Giada mi aiuta molto, e si vede!
Ambra,certo,chiesetta che ispira poesia,oltrechè un po' di amarezza per lo stato di abbandono.
Krilù,anch'io radici contadine!
Nicolandoc,grazie e ricambio i graditissimi saluti
Sandra,tutto merito di Giada!
Lina,parole bellissime le tue,ne sono un pochino commosso.

tiziana ha detto...

luogo incantato...
bellissimi il disegno e le foto!
un saluto

chaillrun ha detto...

ciao Costantino, bello avere ricordi, spero che non siano rimpianti.
Ti auguro una buona settimana, a presto.

Leovi ha detto...

Preciosa acuarela con unas tonalidades excelentes.

Victoria ha detto...

bella acuarela, con unos colores preciosos. Me gusta mucho! Saludos.

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Luogo incantevoli e complimenti per le immagini.Saluti a presto

Gabry ha detto...

Grazie ai tuoi post imparo sempre qualcosa di nuovo, complimenti a Giada per il bellissimo acquerello e per le foto.
Buona serata
Gabry

lui ha detto...

ciao..che bello l'acquarello ..anche le foto...che belli i ricordi..ciao..luigina

Felinità ha detto...

Che foto meravigliose , sono così suggetsive , ti portano in un tempo senza tempo. hanno qualcosa di magico. Grazie per questo post à splendido. E grazie per le cose particolari di cui sempre tratti. miaooooooooooooooo
ps stracomplimenti a Giada fffffffffrrrrrrrrrrrr

Costantino ha detto...

Tizian,certo,architettonicamente male in arnese,ma incantato.
Chaillrun,ricordi e,purtroppo,inevitabili rimpianti.
Leovi e Victoria,giro i vostri complimenti a Giada.
Gabry,mi hai un pochino commosso,grazie per quanto hai scritto.

Costantino ha detto...

Lui, l'acquerello e le foto sono di Giada,i ricordi sono custoditi dentro di me.
Felinità,sìè vero,tempo senza tempo, al Castellazzo la natura si è fermata al tempo passato, e quando salgo in collina sembra anche a me di tornare indietro con gli anni.

riri ha detto...

Solo un saluto per condividere la mia felicità:-)
Buona giornata

Michele ha detto...

ciao Michele pianetatempolibero

Maraptica ha detto...

I luoghi di un tempo che diventano un tutt'uno con l'ambiente... e quanta neve! Bellissimo, come l'acquerello di Giada :)

ladynight ha detto...

foto molto belle, ma l'acquerello ha qualcosa in più... ;)

dony ha detto...

Che luoghi suggestivi, soprattutto sotto la neve!

clau ha detto...

Insisto,questi scatti tolgono il fiato con la loro bellezza!Che luoghi meravigliosi da scoprire!
Grazie!

Carmine Volpe ha detto...

sapere cogliere la bellezza anche dove sembra che non ci sia questa è una grande qualità

Ninfa ha detto...

Mi piace molto la descrizione che hai fatto di ciò che vedi ora tutte le mattine e quell'accenno al trasloco: breve, ma molto incisivo. Le foto poi hanno una suggestione unica, si avverte il mistero. Bello anche l'acquerello, con quei colori vivi. Ciao!

Baol ha detto...

Bellissimo...

nanussa ha detto...

sono foto molto caratteristiche, molto belle, complimenti!! un saluto e felice giornata!

✿ Elena ✿ ha detto...

Che bello che ahi accompagnato le foto e l'acquerello di Giada ad una parte della tua storia!
Baci Baci

Cristina ha detto...

Che posto incantevole, complimenti :)

Giada ha detto...

Ho preso un gran freddo per andare a fare quelle foto :D

Grazie x i complimenti alle foto e all'acquerello!!

Paola ha detto...

Sono molto belli e intensi i tuoi scorci di tempo e di luoghi: bello idipinto di Giada come lo sono le sue foto. Complimenti ad entrambi. Il mio saluto e l'augurio di un buon fine settimana

tiziana ha detto...

Che bel quadro ci hai dipinto...con le parole. Le foto, malinconiche e struggenti.

riri ha detto...

Solo un cordiale saluto:-)

Costantino ha detto...

Un ciao a tutti e un grazie per i commenti.
Grazie a Giada,per il suo dipinto e per le sue foto,grazie a tutti Voi di cuore.

lartedinadia ha detto...

Costantino, vivi in un luogo da favola in mezzo alla natura, bello l'accenno al trasloco: trovo anche io che potrebbe essere l'inizio di un libro .... bello l'acquarello di Giada e belle le foto. Molto gradevole questo post. Grazie per venirmi a trovare nel mio blog e per visitare anche il blog ASDA.
Ciaooooooooooooo
Nadia

Chiara ha detto...

Magnifiche queste foto (anche se ho freddo solo a guardarle!) :-)

Costantino ha detto...

Nadia, è un luogo poco contaminato dalla modernità, che però riprende il sopravvento a poca distanza.
Chiara, sì qui d'inverno fa parecchio freddo!

achab ha detto...

Ciao Costantino,bello il tuo post,e belle anche le foto e il dipinto,mi piace il genere,queste foto con le tue parole portano lontano la mente.
Buona serata.

Marshall ha detto...

Che meraviglia, che fascino, sembra un luogo sospeso nel tempo!! Verrò senz'altro a vedere questo posto...ma toglimi una curiosità, cosa sono le milorde?

Costantino ha detto...

Achab,ciao e grazie per essere passato;questo è un luogo strano,selvatico,a poche centinaia di metri da una strada affollatissima.
Marshall,grazie! (quello che noi chiamiamo "milorda", o"milordone", è il biacco
(wikipedia lo chiama anche "milordo"),un serpente
che può arrivare,eccezionalmente,fino a due metri di lunghezza.

riri ha detto...

Ciao Costantino, ti auguro una buona giornata e grazie:-)

Valentina ha detto...

Un luogo affascinante, letterariamente romantico.

Maggi Co ha detto...

¡¡Me encanta esa acuarela!!

Carmen ha detto...

Magnifico l'acquerello, così come le foto, complimenti a Giada che ho già avuto modo di apprezzare frequentando il suo blog e quello di Carla. Respiro aria romantica,ed anche un po' nostalgica da queste parti, sono incantata, grazie Costantino!

Costantino ha detto...

Un saluto a Riri,Valentina(bella la tua definizione di questo luogo),Maggi(l'acquarello è di Giada),Carmen(grazie per i complimenti a Giada, e per aver apprezzato questo luogo un
po' ai confini della realtà).

Sara ha detto...

Immagini s-t-t-u-p-e-d-e quel pozzo poi potrebbe essere lo sfondo per un film.