domenica 5 luglio 2020

Margherita

Il paese d'Invorio conferma e talvolta, un pochino geloso, nasconde molti segni di un antico passato.
Fu dominio dei Visconti fino al 1559 (pace di Cateau Cambresis), quando il potere passò agli Spagnoli.
La targa di dedica della via ed un Palazzo rammentano Giovanni Curioni (1831-1887), ingegnere, deputato, socio dell'Accademia delle Scienze di Torino, benefattore.




Dietro le case del centro, spunta la parte più alta della Torre, che  ci ricorda la sposa di Francesco Pusterla, la bellissima Margherita, oggetto delle brame e delle non accettate pesanti attenzioni del cugino, il potentissimo Luchino Visconti.
Proprio per ordine di costui, lei, il marito, e persino i figli, vennero crudelmente giustiziati.
Qui le è tuttora dedicata la via Margherita Pusterla ed una leggenda (o forse storia), secondo la quale,  proprio nella torre di questo paese, Margherita fu murata viva e tuttora si sentirebbero, in taluni frangenti, i suoi disperati lamenti.



Un celebre romanzo storico, dovuto alla penna di Cesare Cantù, è dedicato alla terribile vicenda di questa Persona.

27 commenti:

sinforosa c ha detto...

Speriamo davvero che la storia sia solo leggenda, anche se le leggende solitamente hanno radici nella storia.
sinforosa

Claudia Turchiarulo ha detto...

Adoro le leggende che ruotano attorno ai castelli e ai palazzi d'epoca.
Nella mia città (Monopoli) c'è il castello Carlo V, che ospita lo spirito della vedova di un marinaio che pare attenda ancora che il suo amato faccia ritorno dal mare.

Tomaso ha detto...

Caro Costantino, non conoscevo questa interessante leggenda, mi ha affascinato.
Ciao e buona domenica con un forte abbraccio e un sorriso:-)
Tomaso 

OLga ha detto...

Una leggenda che non conoscevo,saluti OLga

fulvio ha detto...

Una tragica vicenda amorosa che non conoscevo.
Spesso gli amori contrastati diventano le trame e gli orditi di bellissime novelle quasi sempre senza il lieto
fine.
Ciao fulvio

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Non conoscevo questa leggenda.
Sereno giorno.

Carmine Volpe ha detto...

Una storia triste ma di potere come era inteso in quell'epoca

Giancarlo ha detto...

Ciao Carmine, buon fine settimana.

Luiz Gomes ha detto...

Buona notte come stai? Sono brasiliano, di Rio de Janeiro e cerco nuovi follower per il mio blog. E seguirò il tuo con piacere. Anche i nuovi amici sono i benvenuti, indipendentemente dalla distanza.

https://viagenspelobrasilerio.blogspot.com/?m=1

Luiz Gomes ha detto...

Buongiorno grazie per aver visitato il mio blog, approfittando e ho iniziato a seguire il tuo blog. Sono un seguace 359. Vorrei avere il privilegio di seguirti.

Costantino ha detto...

Grazie, buona settimana !

Hada de las Rosas ha detto...

Caro Costantino, que tal, buona notte!
Questa leggenda drammatica e davvero triste ma, nonostante la sua storia tragica; invece la torre e piuttosto una bellezza!
desiderando di avere una giornata meravigliosa, dico addio felice.
Mando baci e fiori da Buenos Aires 🌷🌷💜💜 🥰🥰🥰

red ha detto...

Storia triste ma piena di fascino e molto ben raccontata. Sempre piacevole leggere i tuoi racconti. Un saluto a te e Giada.

Mirtillo14 ha detto...

Che tristi e crudeli avvenimenti !!! Spero che siano leggende e che non siano successi veramente !! Comunque una storia interessante. Saluti.

Erika ha detto...

Anch'io non conoscevo questa storia. Serena domenica a te e Giada.

Rakel ha detto...

Nel nostro paese ci sono tante storie/leggende tristi.
Passo per augurare a te e famiglia serene vacanze.
Rakel

ANNA ha detto...

Hola gracias por tu aporte y vista en el blog
te lo agradezco mucho
cuidate
Besos

Costantino ha detto...

Grazie per il Vostro passaggio ed i Vostri commenti, buona domenica !

Elio ha detto...

Ciao Costantino, altro bel luogo da visitare. Scusa se non sono così presente in questo periodo ma piccoli problemi di salute (ti assicuro, non gravi) mi impediscono di seguire correttamente le visite ai miei più fedeli amici. Buona settimana.

SÓLO EL AMOR ES REAL ha detto...

Debe ser un lugar muy hermoso y quisiera visitarlo...

Paz

Isaac

Sandra Figueroa ha detto...

Interesante y bonita historia. Saludos desde México amigo. Cuídate,.

Marina Filgueira ha detto...

¡Hola Constantino!

¡Que horrible historia, se me estremece el alma, amigo, semejante crueldad! Que bestia tan inhumana. Que nos encontremos con buena gente porque en la viña del Señor hay de todo.

Te dejo mi gratitud inmensa y bendiciones.
Un abrazo y feliz verano.

lanochedemedianoche ha detto...

Dios la tenga en su gloria, tremenda historia.
Abrazo

A Casa Madeira ha detto...

Com certeza inveja mata...
Obrigada pela visita e tenha
uma boa entrada de mês de agosto.

mariarosa ha detto...


creo que muchas de esas leyendas se basan en la realidad. Muy buena e interesante entrada.

Saludos.

Costantino ha detto...

Grazie per il Vostro passaggio, buona settimana !

Pietro Brosio ha detto...

Una storia inreressante, ben raccontata.
Cordiali saluti.