sabato 6 ottobre 2012

Quasi in vetta al Mottarone...




Il Mottarone (metri 1492 slm),è stazione di villeggiatura estiva e sciistica invernale. Dalla sommità si scorgono sei laghi: Comabbio, Maggiore, Mergozzo, Monate, Orta, Varese.
Quasi  in  vetta al Mottarone, un Monumento "speciale" ricorda i due campioni di ciclismo di Borgomanero. C'ero anch'io, quel giorno, tra gli invitati, all'inaugurazione.


Pasqualino Fornara fu il degno vincitore, fra l'altro, di ben quattro edizioni del Giro di Svizzera e  di un Tour di Romandia. Indossò spesso la maglia rosa al Giro d'Italia.
Studente di quarta ginnasio, andai ad intervistarlo per "Ciao", il giornalino della classe. Mi accolse con grande cordialità, rispondendo puntualmente alle domande che gli rivolgevo, mentre sua moglie, gentilissima, mi preparava uno squisito thè coi biscotti.
Per me, un ricordo che mi accompagna ancora  oggi..


Domenico Piemontesi, il "Ciclone", fu terzo ai primi mondiali di ciclismo, nel  '27 ad Adenau, dietro Binda e Girardengo, davanti a Belloni, in un trionfo epico per i colori italiani.
Tantissime vittorie, fra cui un Giro di Lombardia e dodici tappe al Giro d'Italia  (con un secondo posto finale e tanti giorni in maglia rosa).
Se vi capita di sentire, o di pronunciare la frase "O la va o la spacca", sappiate che quel motto lo coniò lui, riferito alla bicicletta che voleva molto leggera rispetto alla possente corporatura.
Non incline al compromesso, fu persona di grande generosità.

Ma, per il bimbetto Costantino, era, semplicemente, l'affettuosissimo zio "Nini".

93 commenti:

Francesca ha detto...

Il racconto dei tuoi ricordi mi appassiona sempre...grazie per averci mostrato il Mottarone e il suo monumento.
Ti abbraccio Costantino e buon fine settimana!

Tomaso ha detto...

Che bello questo post caro Costantino, lo sai che mi hai fotto conoscere luoghi che non ho mai visto
grazie infinite che hai condiviso.
Buon fine settimana caro amico.
Tomaso

Massimo Caccia ha detto...

Memorie delle nostre terre!
Buon fine settimana

Marshall ha detto...

Non conoscevo questi due campioni,certo che hai un bel bagaglio di ricordi che non tutti possono vantare! Curioso il conio della frase "o la và o la spacca", mai avrei immaginato che fosse dovuto a.....una bicicletta!
Buona domenica.

Sara ha detto...

Che bei ricordi! sportivi di altri tempi, cioè di tempi migliori.

Paolo Cabras ha detto...

Ciao Costa,
Come sempre i tuoi racconti sono coinvolgenti, assieme ai luoghi che ci fai conoscere.
Buon week e a presto.
Ciao
Paolo

Arianna ha detto...

Mai sentiti nominare questi ciclisti...mi son goduta il panorama nella prima foto, chissà che bello dev'essere dal vivo, con ben 6 laghi! Buon sabato, Arianna

Erika ha detto...

Dolci ricordi, caro Costantino.
Trascorri una buona domenica.
Erika

rosy ha detto...

Grazie, Costantino. Non conoscevo questa storia, adesso so anche di chi è la frase che diciamo tutti
"o la va o la spacco"
Un saluto.

Zio Scriba ha detto...

Bella storia, e sempre bellissima la vista dei "miei" laghi... :)
Un abbraccio, carissimo.

Giuseppe ha detto...

Grande, Costantino.
Pensavo di conoscere gli indimenticabili del ciclismo ma questo mi era sconosciuto.

Ciao

David Pierrot Coppari ha detto...

Davvero bello sapere che c'è chi come Te non dimentica e ci aiuta a non dimenticare.
Bon dimanche
Pierrot

Costantino ha detto...

Mio zio Piemontesi, prima della guerra, e Fornara,nel dopoguerra
furono ciclisti importanti.Lo dimostrano le vittorie, che nel post ho riassunto all'essenziale.
Qui nel Borgomanerese li ricordani ancora tutti, nonostante il passare del tempo che cancella i ricordi.
Piemontesi fu detto il Ciclone, perchè in una tappa del giro,vinse,nonostante l'imperversare di un ciclone,con quasi un'ora di vantaggio sul secondo.
Qualche giorno dopo ruppe la bicicletta ( o la va o la spacca)
che allora non si poteva sostituire e...addio Giro d'Italia già praticamente vinto!
Questo, almeno, è il ricordo di quanto mi raccontavano quand'ero bambino.
Grazie a tutti per essere passati dal mio blog/passatempo e aver lasciato bellissimi commenti.

Tiziano ha detto...

Campioni che hanno fatto onore all'Italia
ciao costantino buon fine settimana.

Felinità ha detto...

Ricordi e storia - sportiva e non solo - i tuoi post sono sempre un un tuffo nei sentimenti. miao

Soffio ha detto...

tieni stretti questi ricordi

S. Oró ha detto...

Hola Costantino, bella historia. Saludos.

Carolina ha detto...

Bei e dolci memorie, amico. Bellisima storia, grazie per condivire! Baci.

Adriano Maini ha detto...

Ci sono salito 48 anni anni fa', in cima al Mottarone! E quanti bei ricordi di Gignese, là più in basso, da dove ero partito e tornato a piedo per quella mia solitaria escursione da adolescente...
Grazie per questa memoria!

Ambra ha detto...

Che belli i tuoi ricordi. Hai risvegliato anche i miei di quando, bambina, più di una volta ho passato dei bellissimi giorni sul Mottarone.
Da tanto manco. Chissà se oggi proverei una delusione nel rivedere quei luoghi!

ilaria ha detto...

Bellissima meta il Mottarone, da lassù si gode di un meraviglioso panorama!

Krilù ha detto...

E' bello sfogliare l'album dei ricordi e i tuoi ricordi sono sempre interessanti anche per noi che ti leggiamo.

Lara Ferri ha detto...

Sono dolci e precisi i tuoi ricordi, caro Costantino.
Purtroppo per me non conosco il Mottarone, che deve essere splendido.
Grazie e buona serata!
Lara

Alessandra ha detto...

La frase "o la va, o la spacca" è famosissima...non sapevo che fosse stata coniata da un ciclista!

Paola ha detto...

Era dA un po' che non passavo da qua, e sono lieta di aver letto di altri tuoi dolci e bei ricordi...mi piace come li racconti, con semplicità eppure, le immagini che descrivi, mi sembra di vederle. Un caro saluto e grazie di essere ancora presente da me, nonostante la mia latitanza^___^

riri ha detto...

Un ricordo molto bello, di ciclismo mi intendo quasi niente,ma in famiglia mio marito e mio suocero erano degli estimatori. Dei posti menzionati conosco bene il lago di Mergozzo, un vero paradiso:-) Un caro saluto.

keiko ha detto...

Che bella la condivisione con i tuoi bellissimi ricordi!!
Ciao e grazie!!

nonno enio ha detto...

qualcosa del genere c'è anche sul monte Barro, in Brianza, si vedono 5 laghi da lassù e il monumento è una croce posta dagli alpini della II guerra mondiale.Una cappella, con tanti regali dei ciclisti, più recenti, (Coppi, Bartali, Gimondi....)e sulla collina di Lecco, sul Ghisallo (La chiesetta prende il nome "Della Madonna del Ghisallo)

DIANA. BRUNA ha detto...

Che belli questi ricordi!!!
Ai miei tempi, nonostante sia toscana e qua tutti tenevano per il grande Bartali, io ero per Coppi...
Anche se era il grandissimo campione ammirato da tutto il mondo del ciclismo, a me ispirava tenerezza per quel suo essere così introverso e discreto.
Quando se ne andò, per quella febbre malarica che con poco chinino avrebbero potuto salvarlo, ci soffrìì molto. Purtroppo ognuno ha il proprio destino..
Ciao Costantino
Abbraccio
Bruna

DIANA. BRUNA ha detto...

Che belli questi tuoi ricordi!!!
Nonostante sia una toscanaccia... e tutti erano per Bartali, ai miei tempi io ero per Coppi....
Era un grande campione ammirato da tutto il mondo del ciclismo e a me ispirava tenerezza per quel suo essere introverso, discreto, educatissimo.
Quando se ne andò a causa di quella banale febbre malarica io ci soffrii molto.
Ognuno ha il proprio destino...e nulla si puo' fare.
Ciao Costantino
Abbraccio
Bruna

Mari da solcare ha detto...

Una rievocazione significativa di luoghi e di bella gente. Grazie.

Sneyder ha detto...

Bella storia di dolci ricordi ...


Un caldo abbraccio

Jeeh Trend ha detto...

Ciao... Tutto bene!
Bello Blog!e Bello Post
Buon Martedi per te..

Bacii

http://couturetrend.blogspot.it/

http://www.facebook.com/couturetrend1

Pupottina ha detto...

un bel post con tanti ricordi e delle foto stupende

un abbraccio

il monticiano ha detto...

Ecco perché quando ho letto il titolo di questo tuo post compreso "...Mottarone" qualcosa m'è scattato in mente: una delle famose montagne del ciclismo non solo italiano.
Quanti bei ricordi!
Grazie Costanti'

lui ha detto...

ciao... belli i ricordi ..
nel ciclismo ci sono stati molti campioni..
ciao..luigina

Roscio ha detto...

Luoghi e storie a me sconosciute, interpretate con la solita, gustosa chiave romantica. Non conoscevo neanche la natura del proverbio, che bello imparare sempre qualcosa. Ciao

zicin ha detto...

Certi ricordi restano impressi per sempre... vero???
Bellissima la foto.
A presto

Sandra M. ha detto...

Che vista di lassù! La montagna mette alla prova e affatica ma ripaga per mille!

Valentina ha detto...

Il post perfetto per una come me che non se ne intende dei grandi del ciclismo.. E che luoghi..
Buona serata, a presto*

Elio ha detto...

Ma lo "zio Nini" ti ha anche attaccato la passione della bicicletta?
Altri tempi Costantino, quando gli italiani erano i re del cavallo di ferro, come si diceva. Oggi sarebbe veramente difficile prendere i primi quattro posti di una classica, ma non si sa mai. Ciao.

CRISTINA BERARDI ha detto...

Ciao Costantino, non conoscevo l'origine del detto! bello questo post dedicato ai grandi campioni di un passato che sembra così lontano. Mio papà avrebbe adorato leggere queste notizie, seguiva tutto sul ciclismo.
A presto

Caramella ha detto...

Bellissime foto e bei ricordi. Grazie per il tour:) Ti seguo.

Leovi ha detto...

Un lugar maravilloso.

nanussa ha detto...

che belle foto!! ciao costantino felice weekend :)

Baol ha detto...

Sempre storie e racconti interessanti, grazie :)

riri ha detto...

ciao, buon fine settimana:-)

Erika ha detto...

Sereno fine settimana.

Costantino ha detto...

Ho sempre amato il ciclismo ( delusione e disillusione / doping permettendo).
Ho tifato per Charly Gaul, Italo Zilioli, Josè Manuel Fuente e Giuseppe Saronn.
Adesso mi limito ad andare in bicicletta,con immutata passione, ma con ritmo sempre più lento e stsnco.

Lina-solopoesie ha detto...

Costantino .
Anche a me i tuoi ricordi mi appassionano sempre . Storie bellissime anche da come le descrivi tu!Sei davvero bravo .
Buon fine settimana . Lina

Lufantasygioie ha detto...

Non ne conoscevo neanch'io l'esistenza del Montarone,nè tantomeno la storia di questi sportivi...
Buon sabato

Magia da Inês ha detto...

♪彡♪♫°¸.•♫°`

Bom fim de semana!
Beijinhos.
♪♫♫°✿°`╮

David Pierrot Coppari ha detto...

Un saluto al nipote di cotanzio Zio.
Je te souhaite une excellente journée espèrant que le temps est meilleur sur Paris qu'ici...

bilibina ha detto...

Ciao carissimo Costantino e grazie del tuo gentile commento! Io di ciclismo non sono esperta, ma il Mottarone lo conosco..quando avevo i figli piccoli passavamo alcuni giorni di vacanza in campeggio sul lago ed eravamo soliti farci una gita, che bei ricordi..
Buona domenica!!
Carmen

Ninfa ha detto...

Che bella la vista sui laghi...me la gusto con piacere almeno in foto, sperando un giorno di visitarla dal vero questa zona! Sai che il detto "o la va, o la spacca" l'ho sentito dire tantissime volte e non potevo certo immaginare che fosse stato coniato da un campione di ciclismo... tuo zio poi, congratulazioni! Sono racconti sempre belli i tuoi, Costantino e ti ringrazio di averne fatto partecipi anche noi. Buona domenica!

Marina Fligueira ha detto...

¡Hola Costantino!

Se ve muy bello el paisaje del cuadro con los lagos al fondo,
seguro se respira allí un aire puro sobre las hermosas cumbres, que son de envidia.
En el texto nos hablas de un famoso corredor de bicicleta, Domenico Piemontesi.
¿Oye, y el Te, y las galletas estaban ricas? Ummm seguro que si… Pero no más que la señora… Que mala soy!!!! Bueno es broma.

Gracias por tus letras que siempre es un placer leerte.
Te dejo mi cálido abrazo, mi estima siempre y mi gratitud.

Feliz semana. Chauuuuu


Stefania ha detto...

Chissà se hai letto la mia proposta? Ciao ciao ;)

Paola Bacci ha detto...

Dolci ricordi e splendidi luoghi!!! Complimenti per il fantastico post!!! Un abbraccio

Gianna ha detto...

Conosco solo Bartali e Coppi.

Ma i tuoi bellissimi ricordi mi fanno pensare che tanti altri ciclisti sono bravi.

Un caro saluto, Costantino.

erborista1 ha detto...

Ciao Costantino,erano senz'altro altri tempi.Si correva veramente solo per il gusto di correre e c'era molta più sportività di adesso,altro che soldi, sostanze dopanti,ecc.Buona giornata

O meu pensamento viaja ha detto...

Que local maravilhoso!
Um grande abraço.

Jane ha detto...

Quanti bei ricordi Costantino :-) Abbraccio

Carmine Volpe ha detto...

italia lo sport è sopratutto ciclismo ci sono stati dei mostri sacri in questo senso campioni di sport e anche campioni di vita

Katya ha detto...

Come scrive "erborista1" erano altri tempi .... Ciao Costantino, felice fine settimana!

Costantino ha detto...

Un ringraziamento peri vostri commenti e le vostre visite, ed un augurio di buona domenica!

Anna Santese ha detto...

è sempre un piacere leggerti.

Mirta - Luce nel cuore ha detto...


╔═╦═╦══╦═╦═╦╦═╦═╦╗═_(.\,/)
║▌║█║║║║═╣║║║╠╣▀║║═_(◑.◑)
║▌║█║║║║═╣║║║╠╣║╠╣═o( ¯`-´¯)o
╚═╩═╩╩╩╩═╩╩╩╩═╩╩╩╝═(")`• . •´(")
Ӝ̵Ʒ BUON GIORNO!
.(ړײ). █).. █)
..(▓-(▓▓▓▓)
..╝╚

........(░(¯`:´¯)░)
......(░(¯ `•.\|/.•´¯)░)
....(░(¯ `•.(█).•´¯)░░(¯`:´¯)░)
......(░(_.•´/|\`•._)(¯ `•.\|/.•´¯)░)
.........(░(_.:._).░(¯ `•.(█).•´¯)░)
........(░(¯`:´¯)░)...(░(¯`:´¯)░)
....(░(¯ `•.\|/.•´¯)░░(¯ `•.\|/.•´¯)░)
...(░(¯ `•.(█).•´¯)░(¯ `•.(█).•´¯)░)
....(░(_.•´/|\`•._)░░(_.•´/|\`•._)░)
.......(░(_.:._)░)...(░░(_.:._)░)
.........("""""""""""""""""""""""""""")
.........(♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥)
..........(♥ҳ̸Ҳ̸ҳ♥ҳ̸Ҳ̸ҳҳ̸Ҳ̸ҳ♥ҳ̸Ҳ̸ҳ♥)
...........(ҳ̸Ҳ̸ҳ♥ҳ̸Ҳ̸ҳ♥ҳ̸Ҳ̸ҳ♥ҳ̸Ҳ̸ҳ)
.............(░░░░░░░░░░)
..............(░░░░░░░░░)
..........(۩۩۩۩۩۩۩۩۩۩۩۩۩۩۩)


Arianna ha detto...

Bella condivisione...
Grazie e buona domenica.

Magia da Inês ha detto...

º°♪♫♫

Bom domingo!
Boa semana!
Beijinhos. °º♪
Brasil ♫♫♫

Tiziana ha detto...

Un luogo stupendo che ho sempre frequentato troppo poco. bellissimo e fresco il tuo ricordo di questi grandi sportivi...erano dei giganti!!!!

Giancarlo ha detto...

Leggendo il tuo post, sempre più penso che l'italia sia il paese più bello del mondo, abbiamo posti magnifici!! buona serata...ciao

^_^ M@ddy ^_^ ha detto...

Ciao carissimo,
per questa volta solo un veloce saluto di passaggio... per giunta in ritardo rispetto al tuo ultimo commento da me...perdonami...

...tra l'altro, commento simpaticissimo, il tuo ^_^
...che vuoi farci, ognuno ha le sue..."dipendenze",
ah ah ah !!!

Un abbraccione!

M@ddy

Gabry ha detto...

Ritornare indietro nella memoria è sempre bello e tu lo fai con passione raccontandoci aneddoti e fatti a noi sconosciuti.

Un saluto Costantino!

Silvia ha detto...

Digiuna quantomai di ciclismo...ma non del detto ! "O la va o la spacca" è pane quotidiano all'occorrenza! Interessante averne scoperto l'origine. Luogo incantevole senza ombra di dubbio, sebbene a me sconosciuto. Complimenti al "Ciclone" per le sue vittorie ed altrettanti a suo nipote per i sempre piacevolissimi (per contenuto ed esposizione) racconti.
Un caro saluto.

Costantino ha detto...

Graziea tutti per essere passati,buona domenica!

Costantino ha detto...

Silvia, anche nei pressi di Genova c'è una salita "mitica" per il ciclismo, il Passo della Boccetta, dove ogni anno si decide il vincitore del Giro dell'Appennino.
Un grande saluto, ed un augurio di buona domenica.

Fabipasticcio ha detto...

Costantino che bello rileggerti! i tuoi ricordi che si uniscono alla Storia, mai seguito il ciclismo, ma dalle tue parole traspare che queste due persone erano campioni non solo di ciclismo, ma anche di umanità. grazie

la creatività e i suoi colori ha detto...

Quanti bei ricordi! E' sempre un piacere condividerli con te. Un abbraccio

riri ha detto...

Ciao Costantino, buon inizio settimana, un caro saluto.

upupa ha detto...

Bei ricordi...bellissimo posto!!!!!!!!!!

Pupottina ha detto...

ciao Costantino
eccomi a lasciarti un caro saluto

Pupottina ha detto...

ciao Costantino, passo ad augurarti buon halloween !!!

Angelo ha detto...

finalmente ai due Borgomaneresi che piu' di tutti si sono distinti nello sport agonistico, è stato dato rilievo anche nel Web.

Sciarada ha detto...

Ciao Costantino, bellissimo questo tributo a degli uomini che sapevano davvero essere dei grandi sportivi!
Ti auguro una felice festa di Ognissanti!

Costantino ha detto...

Ed è arrivato anche un ennesimo novembre:grazie a tutti per le visite e pei i grntilissimi commenti!

clau ha detto...

E' inutile , i veri campioni sono anche dei signori , una virtù che oggi sembra scomparsa, ma che carina la signora che prepara il tè coi biscotti!!!

RobbyRoby ha detto...

ciao
buona domenica.

nonno enio ha detto...

è passato un mese dall'ultimo post e dovresti già essere sceso dal Mottarone

Costantino ha detto...

E' vero Nonno Enio.Non appena avrò un po'di ispirazione e un momento libero per scrivere,preparati fin da ora ad una montagna decisamente più alta.
Grazie per essere passato, buona serata,Costantino.

S. Oró ha detto...

Preciosas fotos. Saludos Costantino.

red ha detto...

Il ciclismo eroico è nel mio cuore, perchè da piccola un cugino di mio padre, corridore dilettante, raccontava a noi bambini le imprese dei grandi del ciclismo storico, nelle sere d'estate, sotto le stelle. Io vedevo i suoi racconti come film, coltivando un amore profondo per la bici e per la fatica dei corridori. I tuoi ricordi, di questo tuo zio davvero mitico, sono qualcosa che riconosco, che mi emoziona molto perchè mi mette in contatto con altri eroi, altri sogni di altri bambini...grazie per quello che scrivesti sotto il mio racconto e per quello che hai scritto qui. Perdona la domanda indiscreta, ma...hai mai pensato di scrivere la sua storia? Un abbraccio

Costantino ha detto...

Red, non so se scriverò mai la storia sportiva ed umana di Piemontesi, la cui memoria mi rimane impressa.
Certo, andrebbe inquadrata nel territorio dove ha vissuto,la natia Boca, e Borgomanero,e rivestta dell'epopea di quel ciclismo glorioso ed eroico.

Magia da Inês ha detto...

¸.•°✿⊱╮

Bom fim de semana, amiga!
Beijinhos.
Brasil.
¸.•°✿⊱╮
✿ °•.¸