lunedì 16 gennaio 2012

Con mio padre in Val d'Aosta

Settembre del 1963, quanto tempo è passato.
Consultato l'Atlante Geografico, mio padre stabilì che ci saremmo avventurati alla scoperta della Valle d'Aosta.
Una grande fatica per la vecchia, esausta, giardinetta belvedere, e per chi doveva guidarla.
Però il traffico era poco, bastava andare piano.

Bard, il forte ristrutturato, foto di ottobre 2011


Subito dopo Biella, sulla strada della Serra, nel segnalare una svolta, la "freccia" si ruppe e  restò in mano al guidatore.
La diligenza del buon padre di famiglia avrebbe imposto di fermarsi. Ma mio papà aveva fatto la guerra, non aveva più paura di niente e, soprattutto, non ci voleva deludere.
Decise spavaldamente di proseguire, segnalando "a braccio" le svolte, a finestrino aperto. Mentre lo stavamo promuovendo sul campo ad impavido eroe, trovammo un meccanico che installò una freccia di seconda mano e ci permise di andare avanti in sicurezza.

A Bard, alzando lo sguardo, scorgemmo il maestoso Forte.
Tornando poi sui nostri passi, ammirata a Pont St Martin quella stupenda gemma che è  il Ponte Romano, ci dirigemmo all'insù, lungo la Valle del Lys, fino a Gressoney.
Una breve passeggiata a piedi e poi un sontuoso pic-nic in riva al fiume, con tutto quello che ci eravamo portati.
E di corsa verso casa: bisognava tornare in tempo per accudire le mucche!


Con mio padre a Cogne, settembre 1974

Nella discesa, una sosta a Issime. Mentre mio padre schiacciava un pisolino, ne approfittai per ammirare l'affresco del "Giudizio Universale" sulla facciata della Chiesa, un'opera d'arte meravigliosa ed inaspettata.
Difficile da dimenticare, una giornata così.

Tornammo poi tante volte nella Valle, a Fenis, a Cogne, a Courmayeur, a Champoluc ed in molti altri paesi...
La giardinetta venne sostituita da una Austin A40, ugualmente esausta, ma più comoda. Scoprimmo castelli fatati, torrenti impetuosi, vigneti sospesi su speroni di roccia, prati in fiore, pascoli a volte imbiancati dalla prima neve. Le vette vicine del Rosa, del Cervino, del Monte Bianco.

Fino agli anni ottanta, quando a guidare, da tempo, ero io.

100 commenti:

dandelion67 ha detto...

Che bell'affresco di tempi passati...
grazie Costantino..
sereno divenire..
dandelìon

tiziano ha detto...

Ciao Costantino stupendo questo tuo racconto di questa tua avventura giovanile, sembra una tela appena dipinta,
un caro saluto
Tiziano

Paolo Cabras ha detto...

Ciao Costa,
però angoli di storia bellissimi e sopratutto incontaminati per quei tempi.
Buona giornata.
ciao
Paolo

Gianna ha detto...

Stupenda la Val D'Aosta!

Ambra ha detto...

Eh la Valle d'Aosta è veramente un Paradiso in Terra.
Fra l'altro questo tuo primo itinerario così suggestivo è lo stesso, identico, che feci io la prima volta tanti anni fa diretta a Gressoney per una vacanza invernale, passando per Bard. Io allora ero in compagnia dei miei due figli ancora piccoli.
La Valle d'Aosta è proprio un gioiello.

I am ha detto...

Che bella storia Costantino. Anche io consideravo mio padre un eroe e le gite con lui erano una grande gioia.
Non ricordo la macchina ma, come la tua, non era molto comoda.
Grazie per avermi riportato alla memoria dolci ricordi

Zio Scriba ha detto...

Splendida regione, splendido padre. Sempre piacevoli, i ricordi che condividi!

il monticiano ha detto...

Questi sono luoghi, ricordi e viaggi che non si dimenticano mai e tu sai come farli conoscere a noi che ti leggiamo.
Ciao,
aldo.

Nora* ha detto...

Non sono mai stata in questi posti che ci racconti. Grazie per i viaggi che ci regali!
Nora*

Pupottina ha detto...

è bello non perdere i ricordi e narrarli ridando loro nuova vita e sentirsi come se il tempo fosse otrnato indietro...

Arianna ha detto...

Bel racconto dei vecchi tempi, quando le frecce ancora non lampeggiavano...e belle foto! Ciao, Arianna

Sneyder ha detto...

Esos maravillosos recuerdos quedan grabados en el corazón, nunca se olvidan.

Un saludo

SARA ha detto...

Ciao Costantino,bello questo tuo racconto e posti bellissimi.
Ti auguro una buona settimana
un caro saluto nonna di Sara gianna.

ladynight ha detto...

la valle d'aosta è un gioiellino!

"papà"...è un argomento che non voglio commentare...è difficile...ora, scusa ;)

zicin ha detto...

Che bella descrizione!!!
Luoghi stupendi dove tornerei molto volentieri.
Buona settimana

Lufantasygioie ha detto...

splendidi ricordi!
lu

Paola ha detto...

Hai dipinto un quadro, fatto di ricordi, di affetti, e di posti bellissimi: la val d'Aosta è una delle nostre perle... e adesso aspetto un tuo nuovo racconto, intanto un caro saluto

✿ Elena ✿ ha detto...

che bei ricordi! bellissima la valle d'aosta!
baci Baci

Sara ha detto...

Com'è che una volta le cose erano più belle?! C'è da dire che la Val d'Aosta è sempre una regione splendida!

cristina ha detto...

meravigliosi ricordi in luoghi davvero unici!
Un caro Saluto!

enri ha detto...

Simpatica istantanea di vita vissuta
Buona serata
enrico

Adriano Maini ha detto...

Mi sembrava di essere in viaggio con voi! Quella freccia rotta, poi, mi ricorda qualcosa ... Ma quello che primeggia é l'amalgama della tua passione e della tua competenza culturali.

Grazia ha detto...

Che bei ricordi familiari e quanto affetto. Come deve essere stato bello attraversare la Valle d'Aosta senza le troppe macchine di oggi.Ogni viaggio doveva essere anche un po' un'avventura.

^_^ M@ddy ^_^ ha detto...

Leggerti è essere partecipi nostro malgrado...riesci ad essere coinvolgente come pochi...

Un abbraccio ^_^

M@ddy

Erika ha detto...

Per fortuna che abbiamo i ricordi, caro Costantino.... Lo sai che la Valle d'Aosta è l'unica regione dove non sono mai stata? Deve essere meravigliosa.
Serena vita.

Ser Vlad ha detto...

I ricordi, che gioia quando sono di una così felice giornata.

Io ho una passione sconfinata per le foto segnate dal tempo.. la tua è davvero emozionante.. ;)

Ciao caro!

Anna B. ha detto...

Ho sempre avuto una pessima memoria ma i castelli di Issogne e Fenis hanno lasciato il segno dai tempi delle scuole elementari!
...condividi i tuoi ricordi e risvegli i nostri! :-)

clau ha detto...

che viaggio memorabile!Le gite fatte in famiglia hanno sempre sapore speciale!

Renata ha detto...

Grazie Costantino per avermi commossa con questo racconto che parla di bellezza di luoghi e di sentimenti.
Ed eccomi qui a constatare quant'é bello l'amore familiare e com?é bella la nostra Patria.
Un abbraccione .

Alessandra ha detto...

Bei ricordi e bellissima la Val d'Aosta!

S. Oró ha detto...

Los recuerdos siempre nos acompañan, la foto fantástica y abrazos a tu padre. Saludos.

Lina-solopoesie ha detto...

CARO COSTANTINO .
Bello davvero il tuo racconto . Io non ho mai visitato La Valle D'aosta .Trovo che visitare questa bella città valga davvero la pena . Intanto io mi accontento di ammirarla attraverso le foto e ai tuoi racconti Grazie lina .

Antonella ha detto...

Ciao Costantino,
mi sono commossa da tanta bellezza :)
le immagini, il racconto, tutto bello è fiabesco!
Complimenti per come riesci a farci partecipe, ancora "Grazie".
Antonella.

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Bei ricordi in questo tuo racconto.

lui ha detto...

ciao..che bei racconti di vita vissuta hai descritto...
si sente l'emozione del ricordo..
ciao..luigina

Gabry ha detto...

Un racconto bellissimo, pieno di ricordi e di posti stupendi, che il tuo cuore non ha più dimenticato.

Un saluto e buona giornata Costantino!

Carla, i colori...pensieri della mia mente. ha detto...

Mamma mia che splendidi ricordi pieni di affetto.
Costantino mi hai fatto commuovere per la leggerenzza del racconto, nel uale traspare tanta melanconia. Buona giornata e grazie

Stefania ha detto...

Ciao Costantino, non passo da un pò qui da te, ma aimè, lavoro molto e sinceramente ache il mio blog subisce spesso battute d'arresto!! ... ad ogni modo, come si sul dire, passavo da queste parti e ... come un romanzo, ho letto tutto d'un fiato questo tuo racconto ... l'italia, come molte parti del mondo, possiede luoghi incantevoli, ma credo,(forse sbaglierò), che molti luoghi restano indelebili nella memoria grazie anche alle persone che ci accompagnano nel nostro cammino ... e che "fissano sul cuore" i momonti più indimenticabili ... avrei pagato non so che per avere un ricordo bello come questo!! Con simpatia e stima, Stefy.

red ha detto...

Bellissimo.
In particolare mi piace l'ultimo pensiero, che nella sostituzione alla guida segna il passaggio del tempo..il confine luminoso fra i momenti vissuti e i ricordi vivi.Mi piace come rivesti la nostalgia dei suoi colori originali, cancellando la dolorosa bellezza di ricordare..lasciando solo la gioia di farlo ancora e ancora.
Bellissimo.

Tiziana Bergantin ha detto...

Ci passo sempre quando vado a Champorcher, la fortezza ci accompagna per un pezzo e poi scompare. Come dimenticare una giornata così con il tuo papà. Bellissimo il ricordo della giardinetta. Buona serata.

chaillrun ha detto...

Mai stata in Val d'Osta, ma nessuna tristezza perché nel futuro chissà..
Sempre piacevole leggere i tuoi ricordi. Buona giornata :-)

Pupottina ha detto...

ciao Costantino
passo ad augurarti buon weekend ^_______^

Carolina ha detto...

Ogni volta che leggo le tue parole mi porta bei ricordi. Mio nonno e mia nonna sono state la Valle! Sono commosso...

Costantino ha detto...

Grazie a tutti per i vostri commenti.
Di ritorno da un delicatissimo intervento chirurgico ad un occhio,non riesco a ringraziavi uno a uno,ma vi mando un grfazie grande così ed un caloroao abbraccio

red ha detto...

Quando si deve per un po', anche pochissimo, fare a meno di uno dei preziosissimi strumenti che insieme fanno il nostro corpo, ci si rende conto di quanto lo siano davvero. Auguri di un rapidissimo ritorno alla normalità e un caro saluto. Sereno fine settimana.

Red

Costantino ha detto...

Grazie Red,assolutamente giusto.
A presto!

riri ha detto...

Bella descrizione, fa sognare, un pò intrepido il papà..Posti meravigliosi che conosco bene e sono contenta di questo post che me li ha fatti rivedere..tornando indietro nel tempo..Un abbraccio e buon fine settimana.

DIANA. BRUNA ha detto...

Ma come sei bravo Costantino nel portarmi con i tuoi racconti, in tempi che sono stati anche i miei...la giardinetta...quanti bei ricordi.
Bella la descrizione della Val D'Aosta, luogo di montagna che mai ho visitato, ma che prima o poi voglio vedere perchè molto suggestivi.
Grazie per averci resi partecipi.
Ciao
Bruna

Felinità ha detto...

non essendo mai stata in Val D'Aosta grazie al tuo post , vi ho fatto una capatina .......
Bellissimi ricordi.
Buona serata

Sara... ha detto...

Conosco bene la zona essendoci vissuta una decina di anni.. posti incantevoli e racconto bellissimo!
Un abbraccio!
:-)

Carmine Volpe ha detto...

un bel flashback, che rammarico io non sono mai andato in vacanza con il mio papà un po me ne pento leggendo il tuo post

Fabipasticcio ha detto...

Stupendo! Viaggiare nei luoghi geografici e raccontare i percorsi dei vostri ricordi...buona domenica!

Katya ha detto...

I luoghi i ricordi ... Un vero incanto! Buona serata gentilissimo Costantino e mille auguri di cuore per l'intervento chirurgico che hai subìto. Ciao!

Valentina ha detto...

Che belli questi post perchè racconti un po di te e lo sai fare benissimo..molto bella anche la foto, sono tutti ricordi. Buona settimana Costantino, a presto

Elio ha detto...

Ciao Costantino, che bei ricordi. Sai cosa ho fatto la settimana scorsa? Ho preso a mia madre l'albun fotografico che riportava le foto da prima della mia nascita sino a quando ho lasciato la famiglia per convolare a nozze. Ne ho fatto un diaporama, ma non credo di utilizzare le foto per il mio blog.
La Val d'Aosta, purtroppo, assieme alla Sicilia e la Sardegna, non la ho mai visitata e le tue foto mi fanno pentire del misfatto.
Un cordiale saluto.

Ninfa ha detto...

L'episodio della freccia è davvero divertente e l'atmosfera è quella tenera e lontana degli anni '60. Il tuo modo di descrivere episodi passati è molto coinvolgente, Costantino ed io mi lascio sempre trascinare molto volentieri dalle tue parole....la Valle d'Aosta poi non la conosco abbastanza... Ciao, buona settimana!

Mirta - Luce nel cuore ha detto...

Le tue foto sono fantastiche!

Sono tornata a visitare il tuo blog per la prima volta in questo anno ehhh
Il tempo del 2011 è ormai passato
e nello spazio dei ricordi sta per essere archiviato
ma il 2012 futuro è già presente
ed ogni attimo andrà vissuto intensamente.
Il mio augurio è che sia pieno di emozioni
ed il sorriso accompagni sempre le tue intenzioni
circondato da persone sincere
che sappiano offrirti solo sensazioni vere.

Rosa ha detto...

ciao Costantino, sono passati tanti anni, ma il ricordo e' ancora vivo, sembra successo ieri, complimenti per le foto, ciao a presto rosa buona giornata.)

Costantino ha detto...

Grazie a tutti,buona domenica!

Leovi ha detto...

Un precioso lugar, me gustaría visitarlo y disfrutar como ustedes lo hicieron. Saludos.

RobbyRoby ha detto...

Che bel racconto. Un bellissimo ricordo.

Marina Fligueira ha detto...

¡Hola Constantino!!!

Veo que habéis hecho un bonito recorrido, tú y tu padre que por cierto está guapo y joven.
Preciosas fotografías, se ve un Castillo hermoso allá en lo alto. Debe haber bellos paisajes por ahí.
Gracias por compartir tanta belleza.
Te dejo mi gratitud y mi estima. Un besito y se muy feliz.

Sandra M. ha detto...

Conosco pochissimo la Valle ma quel forte me lo ricordo bene anche se son passati parecchi anni. Il "viaggio" sull'Atlante (che ancora gelosamente conservo) che, almeno per me , spesso rimaneva confinate tra quelle pagine fa parte anche dei miei ricordi.

rosy ha detto...

Ci sono passati per questi posti e danno tanta pace all'anima.
Buona settimana

♡Elly♡ ha detto...

Ciao Costantino piacere di conoscerti, bellissimo il tuo racconto! Oggi i tempi ono proprio cambiati.....Io adoro la montagna il mio cuore è rimasto nel parco del Gran Paradiso!!
saluti
Elly

Nora* ha detto...

Ciao Costantino, sono passata per porgerti un saluto e augurarti buona settimana. -Nora*-

Maraptica ha detto...

I ricordi si dipingono di tenerezza quando ai luoghi si aggiungono le persone care. Un saluto

Sciarada ha detto...

Ciao Costantino, una bella favola reale ed emozionate, un ricordo che accarezza con estrema dolcezza!

Ho un premio per te nel mio blog, vedi tu se ti va di prenderlo!
Serena giornata!

Rita Baccaro ha detto...

simpatico e tenero questo racconto... divertente e intrepido tuo padre a segnalare con il braccio al posto della freccia. Sono questi particolari che non si possono scordare, che rendono un viaggio diverso dagli altri.

Carmen ha detto...

Concordo con chi mi ha preceduta, il racconto della tua esperienza giovanile (in una regione che adoro!) è paragonabile ad un magnifico quadro; una famiglia di artisti la vostra;-) Un caro saluto.

erborista1 ha detto...

Ciao Costantino,anch'io a volte rievoco i ricordi legati ai viaggi fatti insieme a mio padre e mia madre.Ho letto del tuo intervento all'occhio,spero che sia andato tutto bene.Ti auguro una buona settimana

Elisa ha detto...

Grazieeeee, anch'io apprezzo il tuo blog.
Kiss Elisa

Costantino ha detto...

Una buona domenica e un saluto a tutti!
Grazie anche per gli auguri di guarigione,l'operazione non era certo di quelle facili, ma sembra,incrociando le dita, che le cose vadano nel verso giusto.

Lufantasygioie ha detto...

buona serata Costantino!
lu

Graal77 ha detto...

I tuoi racconti sanno tanto di poesia...e sento tanta nostalgia del tuo passato.....manca un po' a tutti!!!grazie del commento!!!

Carolina ha detto...

Saluti!!!

Krilù ha detto...

Ricordi che sanno di tenerezza e nostalgia. Mi piace molto leggerli, forse perché anch'io sono molto legata al passato e il racconto dei tuoi ricordi risveglia tanti dei miei.

riri ha detto...

Un caro saluto.

riri ha detto...

Un caro saluto.

DIANA. BRUNA ha detto...

Ciao Costantino,
come va lì da te? Immagino che sarete al gelo come tutti noi....
qua non possiamo lamentarci del tutto perchè non si scende come temperatura a meno
2/3 gradi...però, non essendo abituati, essendo Massa una zona molto temperata, forse lo sentiamo di più.
Ciao buona giornata
Bruna

@enio ha detto...

io andavo alla Tuille e portavo la mia bambina, negli anni 70, a imparare a sciare... conosco l'Austin però, da giovane la usava un mio amico e insieme ad altri 4, dividendo le spese andavamo a balare la domenica a Sulmona nell'unica sala da ballo nel raggio di 50 Km. Due di quei ragazzi si sono poi sposati con ragazze di quel posto.

Erika ha detto...

Un caro saluto e dolce serata.
erika

Erika ha detto...

Un caro saluto e dolce serata. A Bari piove da giorni e da te nevica, vero?

Pupottina ha detto...

da quanto non scrivi?
ti lascio un caro saluto ;-)

Carmelo Porto ha detto...

Come sempre leggendo i tuoi racconti riesci a renderci partecipi e riesco anche immaginarli come se tutto fosse reale per me!! Grazie!!!

Roscio ha detto...

E' strano come anch'io coniughi la figura di mio padre a queste "zingarate" fuori città, in luoghi dove l'avventura si identificava con l'immagine che gli avevo tagliato addosso. Ciao

Lilybets ha detto...

...io amo visitare luoghi nuovi,prendere la macchina e la mappa,via!!In Sicilia ogni domenica viitavamo un castello o una citta antica...qui a Malta c'è poco da scoprire!

Gina ha detto...

Che bello avrei voluto esserci!!! però sarei dovuta nascere prima!!
Ti aguro buona domenica e complimenti ancora per la dettagliata descrizione dei tuoi post.

nonnAnna ha detto...

Bellissimo spaccato di vita che mi ha fatto ritornare in mente un viaggio con la mia famiglia verso la Liguria. Mio fratello fresco di patente, alla giuda della 1100 acquistata di seconda mano, ci aveva voluto portare tutti a vedere il mare (mio papà non ha mai giudato)... arrivati a Saluzzo la macchina si è fermata perchè si era rotta la cinghia... ma lui, da vero macgyver, ne ha improvvisata una con i collant della mamma...
Grazie per avermi fatto ricordare quei momenti memorabili
Tante gioiose giornate
nonnAnna

nonnAnna ha detto...

Bellissimo spaccato di vita... grazie per averlo condiviso con noi.
Tante gioiose giornate
nonnAnna

ilaria ha detto...

Piacere di conoscerti Costantino :)
Grazie per essere passato sul mio blog e per il tuo commneto!
Ti seguirò con piacere :)

ilaria*

Costantino ha detto...

Il tempo di questo post,da metà febbraio ad adesso,è stato quello
di una operazione chirurgica ad un occhio e della prima fase di convalescenza.
Sono,perciò,ancora più grato delle altre volte a chi è passato di qui ed ha lasciato il suo apprezzamento.

enri ha detto...

Un poetico affresco di vita vissuta. Molto suggestivo.
Buona domenica
enrico

enri ha detto...

Un poetico affresco di vita vissuta. Molto suggestivo.
Buona domenica
enrico

enri ha detto...

Un poetico affresco di vita vissuta. Molto suggestivo.
Buona domenica
enrico

Mari da solcare ha detto...

Bei ricordi, scritti con sensibilità delicata ... Buona Pasqua!

bartolo ha detto...

Solo chi da tempo ha i capelli grigi ,può ricordare la magia di quelle gite, quando per noi bambini, le scampagnate erano Tutto.

Costantino ha detto...

Bartolo, gite semplici ed "alla buona", ma che ci facevano ampliare i nostri orizzonti.
E, pur semplici, ci facevano sentire dei privilegiati a poterle fare.
Buona serata,Costantino.

Renata ha detto...

Sono tornata a leggerti perché avevo voglia di pace e di gioia. Quella pace e quella gioia che ho ritrovata INTATTA, in questo tuo racconto così vero, così bello, così affettuoso.
Lasciati abbracciare Costantino. SMACK.

Costantino ha detto...

Grazie Renata, un grande saluto!